News

23 aprile 2015

A tu per tu col Vostro MVP di #ChiassoServette!

Per i tifosi del Chiasso, è stato il migliore in campo contro il Servette. Il Man of The Match, Nicolas Lüchinger, è sorpreso . “Abbiamo giocato tutti una grande partita. Siamo contenti del risultato, non c’è rammarico. Dopo l’autogol di Madero, ci siamo detti solamente di guardare avanti.” Nicolas, perché credi che i sostenitori Rossoblu abbiano votato per te? “Ho fatto un buon lavoro in difesa e sono andato spesso anche in avanti, credo abbiano premiato quello. Ho disputato le ultime due gare, il mister ha fiducia in me in partita e in allenamento, per me è la cosa più importante. Avevo davanti un avversario come Vonlanthen, che ha disputato un’ottima prova, ci tenevo ad essere pronto in campo e a giocare bene contro di lui.” Dopo qualche settimana con Schällibaum, come ti trovi con lui? “Molto bene, mi piace come ci fa svolgere l’allenamento, c’è tanta intensità e ci divertiamo. Ha molta fiducia in noi, ed anche noi in lui. Per me è positivo anche per via della lingua. Il mister parla molto con ognuno di noi, un altro fattore fondamentale.” Col Le Mont è una sfida a distanza continua, come la vivete? “Abbiamo conquistato un punto contro la seconda della classifica, siamo sulla strada giusta. Sono d’accordo col fatto che il nostro è soprattutto un problema mentale, perché in un campionato del genere tutti possono vincere con tutti. E noi abbiamo perso contro Le Mont e Bienne, mi sono chiesto a lungo come mai senza riuscire a darmi una risposta. Ora giochiamo in casa contro il Wil, grazie agli ultimi due pareggi abbiamo acquisito più fiducia in noi stessi. Dobbiamo vincere, se ci riusciamo anche loro si troveranno in una brutta situazione, perché rischierebbero di essere coinvolti nella lotta per la retrocessione. Non dovremo aspettarli, altrimenti prima o poi il gol si incassa, faremo noi la partita, come successo col Servette.” Sei soddisfatto della tua stagione, sinora? “Ho giocato 22 partite, il mio obiettivo è arrivare a 30. Nella prima parte di campionato sono stato impiegato molto, poi meno, non so come mai, l’importante è lavorare sempre bene e sapere di essere un buon giocatore. Un altro scopo è terminare l’apprendistato di commercio, ho lavorato in un ufficio a Giubiasco e a giugno darò gli esami.” Come vedi il tuo futuro? “Ho un altro anno di contratto col San Gallo, non so se vorranno farmi giocare da loro oppure darmi in prestito da qualche altra parte, magari ancora qui. Farò solo calcio, il diploma lo metterò nel cassetto. Mi piacerebbe rimanere a San Gallo, in Super League e vicino alla mia famiglia e ai miei amici.”

Ultime notizie

Leave a Reply