News

18 aprile 2016

A tu per tu con i protagonisti di #ChiassoXamax

Ogni partita ha la sua storia, e spesso racconta una storia diversa. La vittoria con lo Xamax è stata figlia del bel gioco e di grinta e azioni corali di tutti gli uomini schierati in campo, ma sarà sempre un ricordo speciale per Faicel Hanachi. In Rossoblù da luglio 2015, ha siglato la sua prima rete, giocando da titolare in mezzo al campo, un’occasione tanto attesa. Nel dopo partita, gli applausi per lui sono arrivati da capitan Regazzoni. “Devo fare i miei complimenti a Faicel e ringraziare coloro giocano poco ma che si impegnano sempre in allenamento tenendo alto il livello della squadra. Lui da quando sono a Chiasso è sceso poco in campo ma oggi ha fatto gol: le occasioni arrivano per tutti!”. Soddisfatti della vittoria e della vostra prestazione personale? Hanachi: “Prima di tutto lo sono per il successo della squadra, la rete conta meno. Si trattava di una partita molto difficile e per fortuna abbiamo ottenuto i tre punti. Dopo il primo gol è stato complicato, ci hanno messo sotto pressione e dopo l’1-1 ci siamo come liberati, cercando il nostro gioco, ed è andata alla grande”. Regazzoni: “Dire che è stata la nostra miglior prestazione è troppo secondo me, abbiamo giocato spesso delle belle partite. Con lo Xamax abbiamo concretizzato di più, anche se con un po’ di cattiveria in più avremmo potuto chiuderla prima. Quanti cross ho fatto? Beh, ciò che conta è che due siano serviti per i gol. Ora abbiamo (con Stefan Mihajlovic e Cortelezzi, ndr), uno sbocco, il mio compito è di metter dentro palloni e i miei compagni sono bravi a inserirsi”. Siete attesi da una settimana all’inglese, con due sfide in pochi giorni… Prima di tutto, il Wil, un avversario tosto, vero? Hanachi: “Ora abbiamo due partite da cui dobbiamo portare a casa più punti possibile, dopo questa settimana a mio avviso potremo guardare dove ci troviamo in classifica ed avere le idee più chiare sulla nostra posizione. Mi auguro di conquistare il massimo dei punti per poterci salvare prima della fine!” Regazzoni: “A volte dopo le vittorie siamo incappati in un calo, e non deve assolutamente succedere. Bisogna continuare come contro il Nuchâtel, non calare la tensione neppure per un secondo. Abbiamo le qualità per andare a vincere a Wil ed è ciò che desideriamo fare. Sarà difficilissimo, complice anche il loro campo sintetico, per noi è necessario concentrarci sul nostro gioco e sulle nostre sicurezze”. Faicel, da quanto tempo aspettavi questa occasione? Quanto pesa nel tuo futuro? Hanachi: “Certamente la attendevo da molto e sono felice di poter mostrare le mie qualità! Ho trovato il ritmo della Challenge League? Penso che non ci sia una grande differenza, poi allenandoci bene in settimana siamo sempre pronti. Di sicuro, queste prestazioni possono aiutarmi sul piano personale, ma ora concentriamoci sulle partite che ci rimangono e per il futuro si vedrà”. pb

Senza categoria

Leave a Reply