News

10 ottobre 2016

Addio a Stojan Osojnak

Si è spento in data odierna Stojan Osojnak, figura emblematica del FC Chiasso, società nella quale ha ricoperto il ruolo di allenatore della prima squadra e, per diversi anni, di responsabile tecnico del settore giovanile. Molti cinquantenni e quarantenni del Mendrisiotto lo ricorderanno come integerrimo docente di ginnastica correttiva nei diversi ordini di scuola del Distretto. Nato ad Abazzia (Italia, oggi Opatija, Croazia) l’ 11 novembre 1923, cresce calcisticamente nelle squadre della sua città natale. La sua formazione calcistica è interrotta a causa del secondo conflitto mondiale. Passa due anni in un campo di concentramento. Al termine della guerra riprende pian piano la carriera di calciatore, illustrandosi come attaccante molto dotato tecnicamente. Milita nel Rijeka e nella Dinamo Zagabria, formazione con la quale conquista il titolo jugoslavo nel 1954. Intraprende in seguito gli studi per diventare allenatore. In questa veste guida per quattro anni il Rijeka, prima di allenare nel 1967 il Sion. Nel 1969 arriva a Chiasso in qualità di allenatore della prima squadra e di supervisore della sezione allievi. Cessa di occuparsi dei ragazzi nel 1982, anno nel quale conquista il titolo svizzero negli Allievi E. Durante la stagione 1972-73 milita nel movimento giovanile del Lugano. Debutta sulla panchina della prima squadra rossoblu il 23 febbraio 1969, durante l’indimenticabile quarto di finale di Coppa Svizzera contro il Grasshopper terminato 3-3 dopo i tempi supplementari (gli zurighesi si aggiudicheranno la ripetizione per 1-0). Colleziona 88 presenze (78 in Lega Nazionale B e 10 in Coppa Svizzera), ripartite nelle stagioni 1968-69 (a partire da gennaio 1969, sostituisce la coppia Noseda-Riva IV), 1969-70, 1970-71 (fino a dicembre 1970, sostituito da Franco Viviani), 1976-77 (dal marzo 1977, sostituisce Giulio Sebastiani), 1989-90 (a due riprese in coppia con Claudio Bernasconi in sostituzione di Oscar Massei e Cesare Butti II), 1993-94 (una gara in Coppa dopo l’allontanamento di Gianpietro Zappa). In coppia con Claudio Bernasconi colleziona 15 presenze. Siede per l’ultima volta in panchina il 4 settembre 1993 (Stabio – Chiasso 0-3, CS). Ai famigliari giungano da parte della nostra società le più sentite condoglianze.

Ultime notizie

Leave a Reply