News

16 aprile 2018

Baldo Raineri come Venditti, “certi amori ritornano: come me e il Chiasso. Partita agonsticamente valida”

Baldo Raineri è un allenatore felice del presente. Non guarda al passato e non pensa al futuro. Vince da due partite,  sta rivitalizzando il Chiasso, si gode il momento, pensa alla prossima settimana ricca di impegni.

“Sono soddisfatto? Di più, c’è pienissima soddisfazione, non è stata una partita facile, quando vai in vantaggio dopo pochissimo spesso si mette in discesa, ma giocavamo contro una grande squadra abbiamo cercato di mettere colpo su colpo ma si è visto il loro valore”.

Come descriverebbe la vittoria, Mister? “È stata una partita spigolosa, ma è il gioco che è così, ci sono le emozioni che a volte prendono e portano a un certo tipo di calcio, poi si diventa fallosi e subentrano le sanzioni. Abbiamo fatto una partita agonisticamente valida, dal punto di vista tecnico-tattico abbiamo capito che loro sono una buona squadra, abbiamo portato loro rispetto, aspettando l’occasione giusta per colpire la seconda volta”.

Dopo la mezz’ora del primo tempo, dopo il pari, c’è stato un piccolo blackout, vero? “I ragazzi sono giovani, spesso ritornano i fantasmi che si pensa di aver scacciato, io dico che bisogna essere positivi, metter via le cose negative, ma ci può stare che a volte ritornino. Siamo stati bravi a riprenderci, anche a Wohlen è stata la stessa cosa, siamo andati sotto e l’abbiamo ripresa più volte. Sono due settimane in cui lavoriamo tutti i giorni, sono molto esigente e faccio anche due sedute al giorno, hanno lavorato intensamente, visto che la prossima, con le partite in programma non possiamo lavorare molto”.

Cosa è cambiato nel Chiasso? “Non c’ero e non so come il collega ha lavorato prima, non mi interessa saperlo, non è mia abitudine guardare in casa d’altri. La prima settimana ho fatto delle verifiche per vedere cosa potevo portare di mio, valutando quel che c’era e qual che si poteva aggiungere, senza eliminare nulla perché nessuno di noi ha il Vangelo, nessuno ha qualcosa di superiore a quello che aveva un altro. Ho verificato cosa c’era e ho portato quello che è mio”.

Farrugia ha deciso la gara, quanto è importante per voi? “Farrugia è importante come tutti gli altri, è un giocatore del Chiasso come tutti gli altri. Ci sono momenti in cui devo fare delle scelte, ieri è rimasto fuori Martignoni, ci sono situazioni che valutiamo all’interno e non vogliamo portare all’esterno, tutti devono accettare le scelte perché sono fatte in buona fede e non per danneggiare o avvantaggiare qualcuno. Sono arrivato, ho a disposizione dei giocatori, li valuto e traggo le mie conclusioni”.

Rieccoci, dopo un anno, in questa sala stampa… Baldo Raineri e il Chiasso, di nuovo assieme. “Il calcio è fatto così, non ci sono rivincite, è come per gli amori che vanno e ritornano, questo fra me e il Chiasso è ritornato, ho preso con entusiasmo questa occasione, e poter fare questo tipo di lavoro mi fa enormemente piacere”.

Interviste, News, Ultime notizie ,