News

30 novembre 2014

FC Lausanne, questo sconosciuto…

Il tempo corre veloce e già si prospettano dietro l’angolo le ferie di Natale, con il campionato che si fermerà. Due partite, e poi tutti in vacanza. Lunedì sera il Chiasso, reduce dal pareggio in rimonta con il fanalino di coda Bienne, saluterà il pubblico del Riva IV per questo 2014 cercando di regalare quella tanto sospirata vittoria che manca dal derby col Lugano dell’andata. Ultimo avversario dell’anno in casa sarà la retrocessa dalla Super League dello scoro anno, il Losanna, che aspira ad una pronta risalita. Sinora, sebbene sia accreditata dai più come una delle formazioni che lotteranno sino alla fine, si trova a metà classifica a ben sette punti dalla capolista Lugano. Il tempo per recuperare, se c’è, si assottiglia sempre più. A metà ottobre vi è stato un cambio di allenatore, con l’addio di Gabriele e l’arrivo di Marco Simone. Lo scossone c’è stato, con tre vittorie, un pareggio ed una sola sconfitta, a fronte delle sole quattro vittorie, tre pari e ben quattro sconfitte del suo predecessore. Insomma, 10 punti in cinque partite (2 netti di media) contro 15 in 11 (in media, 1,36). I losannesi sono prevalentemente una compagine da trasferta, un po’come il Chiasso, con 14 punti conquistati fuori dalle mura amiche, nella cui classifica specifica si trova al terzo posto. Non segna molto, sono infatti 20 le reti messe a segno, ed ha la terza miglior difesa. Fra i risultati, a conferma di quanto detto, si trovano quasi tutti risultati tirati, solo in tre occasioni vi sono state due reti di scarto (in tre vittorie, di cui una ai danni del Chiasso). Il capocannoniere, con l’impressionante score di 12 reti in 15 presenze, è il Cristian Ianu, un nome che non ha certo bisogno di presentazioni. È praticamente lui a portare sulle spalle l’intero peso dell’attacco, se è vero che più della metà dei gol sono suoi. Per il resto, è andato a segno due volte Delclos mentre altri sei compagni sono finiti in una circostanza sul tabellino dei marcatori. Fra i nuovi arrivi, Marazzi, come ci si aspettava, ha praticamente sempre giocato, segnando una volta sola, mentre degli altri quello che è sceso in campo più volte è Meite, seguito da Krasniqi, discreto numero di gettoni invece per Dupuis, Savic e Veloso. Sempre presente uno dei non numerosi confermati dalla scorsa stagione, il marocchino Chakshi. All’andata, si sono imposti i losannesi con doppietta, neanche a dirlo, di Ianu, che ha aperto le marcature a inizio partita e le ha chiuse nei recuperi. Non ci saranno ex. Chiasso per chiudere al meglio davanti ai suoi fedelissimi, Losanna per provare ancora ad avvicinare la vetta. Appuntamento lunedì alle 19.45 al Riva IV (per chi non potrà essere allo stadio, ci sarà la diretta su Teleclub).

Ultime notizie

Leave a Reply