News

10 settembre 2017

Guillermo Abascal Perez, “dobbiamo concretizzare le occasioni! Grazie tifosi per essere venuti sino a qui a sostenerci”

Per mister Guillermo Abascal Perez, nonostante il grande impegno dei suoi ragazzi, sono due punti persi.

Come commentiamo la sfida, mister? “Secondo me abbiamo fatto quello che abbiamo preparato in settimana, sapevamo che loro sono una squadra con giocatori importanti, esperti della Challenge League. Volevamo puntare sul  pressing per fare il nostro gioco. Abbiamo cominciato bene, in 11 vs 11 abbiamo realizzato 4-5 azioni buone, col pressing appunto. Ma c’è stata mancanza di concretizzazione nel primo tempo, ecco quello che abbiamo sbagliato”.

Nella ripresa, invece? “Loro si sono chiusi in area, con 7-8 giocatori, arretrando di una trentina di metri. Quando sbagli paghi, sembra la stessa lettura di Wohlen. Per fortuna, questa volta è arrivato il nostro gol, anche se lo meritavamo molto prima. Per me sono due punti persi. La lettura della partita è simile a quella di Wohlen, siamo arrivati una ventina di volte davanti alla porta, ma per tornare a casa con tre punti devi fare gol. Lo sforzo dei ragazzi incredibile, li ringrazio, rimprovero solo la mancanza di cattiveria, il che fa che ogni volta che giochiamo fuori casa torniamo con due punti persi”.

Il problema del Chiasso è sempre quello, quindi? “Sì, dobbiamo migliorare, l’ho detto molte volte: non è un problema di gioco o di arrivare alla porta, questo succede ogni partita, ma per vincere devi concretizzare, se non lo fai non vinci. Il problema è dei singoli, la squadra ha fatto uno sforzo incredibile, abbiamo anche cambiato schema per arrivare più velocemente in porta, le occasioni ci sono state”.

È arrivato Josipovic, potrà aiutarvi? “Ha fatto un buon percorso, anche se è giovane arriva in un momento buono della sua carriera, ha caratteristiche diverse da quelle degli altri attaccanti, vedremo quando sarà pronto se potrà  aiutarci. È un giocatore intelligente e fa dei bei movimenti, abile nelle combinazioni, ha un bon piede e bravo di testa”. 

In queste due settimane ha visto comunque miglioramenti? “Si, quello giorno dopo giorno, basti vedere la voglia e intensità  che i ragazzi mettono in allenamento, il gruppo sta facendo bene, tutti si sentono partecipi del lavoro che fanno. Dobbiamo concretizzare per raccogliere i  frutti”.

Cosa significherà la sfida col Basilea? “Per noi sarà bello, arriva secondo me in un buon momento del nostro percorso, è un premio di cui dobbiamo approfittare, senza cambiare niente, essere noi stessi più che mai, fare quello che dobbiamo. Analizzaremo gli avversari e far di tutto per lasciare un buon sapore in bocca ai tifosi, far vedere che possiamo lottare con tutti. E colgo l’occasione per dire grazie a tutti i tifosi che sono venuti fino qui con questa brutta giornata”.

Interviste, News, Ultime notizie