News

18 ottobre 2017

La carica di Monighetti e Abedini, “avanti con fiducia. Con lo Sciaffusa è importante, dobbiamo riscattarci”

Il Capitano è tornato in campo nella sfortunata trasferta con lo Xamax, “è stato bellissimo, sono contento, peccato per il risultato. A livello fisico ho faticato un po’ a prendere il ritmo, poi è andata bene. In tutto questo periodo ho mantenuto il mio solito atteggiamento positivo, mi sono sforzato di migliorare e di aiutare i compagni. Li ringrazio, mi hanno fatto sentire sereno”, ci dice Michele Monighetti.

Tornando alla sconfitta, racconta come “all’ora di gioco stavamo facendo il nostro, tenevamo bene il campo, eravamo i più pericolosi, dopo abbiamo avuto un crollo, con quattro tiri e quattro gol in dieci minuti. Abbiamo fatto degli errori, ma dopo il primo gol loro hanno accelerato e non ci siamo forse fatti trovare pronti, penso mentalmente, dato che eravamo in vantaggio e non siamo stati capaci di aggirare i loro attacchi. Immaturità? Ingenuità più che altro, a lasciarli segnare. Ma non giocavamo contro una squadra di scappati di casa, non dimentichiamolo. Dopo i primi tre gol, uno su un rimpallo, uno su un’azione e uno su un errore è difficile”.

E adesso? “Si guarda avanti con fiducia, nel nostro lavoro. Ripartiamo dalla prima ora dove abbiamo giocato bene, impariamo dagli errori, e andiamo in campo per vincere. Per me? Mi sono fatto trovare pronto, cercherò di fare lo stesso se ci sarà bisogno di me nelle prossime partite”.

Anche Eris Abedini guarda avanti. “Contro il Servette l’abbiamo persa su corner all’ultimo minuto, a Neuchâtel siamo passati in vantaggio, facendo la partita per un’ora, con possesso palla. Dopo il gol preso abbiamo mollato, loro hanno alzato il ritmo. Ci ha fatto male la rete del pari, ma non so cosa sia successo, non me lo spiego. Non siamo in crisi, non capisco cosa ci manca visto che ne abbiamo perse tre. Stiamo giocando comunque sempre bene, la sfida con lo Sciaffusa dovrà permetterci di riscattarci”.

Interviste, News, Ultime notizie