News

14 novembre 2015

Larga vittoria col Lugano U21

Per mister Camolese, la sosta per la Nazionale non poteva capitare in un momento migliore. Il tecnico ha infatti bisogno di conoscere a fondo la sua nuova squadra, per provare gli schemi protagonisti degli allenamenti, tentare soluzioni, scoprire quali sono le migliori. Per questo, dopo quella giocata in settimana con l’U20 Rossoblù, oggi si è svolta un’altra amichevole, avversario il Lugano U21. Pur tenendo cono della differenza di livello, il Chiasso ha mostrato buone cose. Bene si è mosso Lüchinger, per esempio, alla sua seconda partita più avanzato, trovando un gol, procurandosi un rigore e sfornando diversi assist. Ciarrocchi ha ritrovato, come mercoledì, la via della rete, che per un attaccante è sempre un piacere. Il nuovo assetto difensivo, con Rouiller sulla destra e Ivic e Madero centrali, seppur poco impegnato, ha potuto rodare i meccanismi e Monighetti, schierato dall’inizio, ha rimesso minuti nella gambe. In campo anche Felitti, reduce dal grave infortunio, e Cariglia, che ha anche segnato. Lüchinger ha sbloccato il risultato al 27′, 3′ più tardi su una sua incursione in area è stato decretato un rigore. Della battuta si è incaricato capitan Regazzoni, e 2-0. Prima della pausa, azione in solitaria di Regazzoni per Diarra, bel tiro parato, e un altro tentativo di Lüchinger. La ripresa è stata caratterizzata da numerosi cambi. Su un cross di Guarino, in semirovesciata al volo Ciarrocchi ha siglato il 3-0, al 5′ un gran tiro di Hanachi, appena entrato, dopo un’azione orchestrata da Guarino e Lüchinger, ha fatto tremare la traversa. Con il Lugano che ormai non c’era più, si sono resi pericolosi Guarino, Cortelezzi e Regazzoni. Un’azione ubriacante di Mihajlovic ha portato ad una doppia conclusione con doppia parata, prima su Ciarrocchi poi su Lüchinger. Il 4-0 è stato confezionato dalla coppia d’attacco Ciarrocchi-Cortelezzi, ricomposta nel secondo tempo dopo che nella prima frazione l’uruguaiano era rimasto in panchina: assist del primo e gol del secondo. A 10′ dal termine si è visto il Lugano U21 con una bella punizione finita a lato di poco, sfruttando un buco nella barriera, ma ad andare a segno è stato ancora il Chiasso con Cariglia da centro area. Il centrocampista ha sfiorato poi la doppietta, non riuscendo però a battere per la secondo volta il compagno-avversario (in campo per qualche minuto con la maglia Bianconera) Romanò. Risultato rotondo, dunque, e indicazioni importanti per Camolese: nel fine settimana, col Wil, si torna a fare sul serio, e ci saranno in palio punti pesanti.

Ultime notizie

Leave a Reply