News

26 settembre 2015

FINALE: #ChiassoLosanna 1:2

Qualcuno ha detto che sembrava la (brutta) fotocopia della sfida di Winterthur, se non nel gioco (i Rossoblù hanno fatto meglio mercoledì), almeno nell’andamento. Un gol, di Roux, incassato a freddo ha aperto la partita fra terza e prima, Chiasso e Losanna, primo incontro del secondo girone, dopo che all’andata i Rossoblù colsero in trasferta uno dei più bei successi di questo inizio stagione). I Rossoblù non si sono scoraggiati e hanno cominciato a spingere, col Losanna che si difendeva ordinatamente. Per trovare il pari, come qualche sera prima, c’è voluto parecchio. Una punizione di Guarino, partito di nuovo titolare dopo le ultime buone prestazioni, ha calciato una punizione che il portiere avversario ha respinto in qualche modo, e Diarra come un cecchino si è avventato sul pallone mettendolo in gol. Un pareggio meritato per lo sforzo profuso dal Chiasso, che è così andato alla pausa sull’1-1, con la voglia di ribaltare il risultato nella ripresa. Come successo all’andata, quando pareggiò Madero e poi segnò Ciarrocchi… Ma al Riva IV il Losanna, prima della classe non per caso, è tornato in campo deciso a riprendersi il vantaggio perduto, e ha costretto il Chiasso nella sua metà campo a difendersi. Pur con qualche brivido, la retroguardia ha svolto discretamente il suo compito. Su un contropiede, Guarino si è trovato solo davanti all’estremo difensore, e avrebbe potuto batterlo con un pallonetto oppure servire l’accorrente Melazzi, sullo slancio ha invece concluso, permettendo la parata. Una rete avrebbe potuto certamente cambiare la partita, obbligando il Losanna a spingere ancor di più, ma si sa, nel calcio la regola “gol non fatto gol subito” troppo frequentemente diventa realtà. Un’ingenuità di Rouiller ha spianato la strada alla seconda realizzazione personale dell’ex bellinzonese Roux, e la serata è mutata, ma in favore degli ospiti. È stato dunque il Chiasso a dover tentare di riversarsi in avanti. I ragazzi di Schällibaum lo hanno fatto senza però riuscire a creare occasioni clamorose, e sono usciti coi sconfitti dal campo. Un tempo, di fatto, per uno, con il Losanna che vince e vola in testa, mentre la classifica si accorcia e le rivali che parevano distanziate si avvicinano a rapidi passi al Chiasso. Sabato prossimo, ancora in casa, arriva il Le Mont ultimo: un bel test per riprendersi, da non fallire.

Ultime notizie

Leave a Reply