News

7 marzo 2015

FINALE: FC Wil – FC Chiasso 0-0

Se non segni, non vinci. Se non subisci, non perdi. In estrema sintesi, ecco come è scaturito il pareggio del Chiasso a Wil. Dopo due sconfitte consecutive, i Rossoblu tornano a casa con un punto. Mentre le due precedenti sfide erano state caratterizzate da tante occasioni create e nessuna realizzata, sul sintetico dell’IPG Arena il Chiasso non è praticamente mai riuscito a impensierire il portiere avversario. Dopo un primo tempo per lui da spettatore non pagante, i ragazzi di Zambrotta hanno provato a cambiare marcia nella ripresa, con gli inserimenti di Mihajlovic e di Gentile senza però sortire grandi effetti. A Sciaffusa e Ginevra, alla prima disattenzione il pallone si infilava nella rete di Badalli. Questa volta, per usare un termine hockeystico, il portiere ha fatto shutout. Un paio di errori difensivi ci sono stati, ma stavolta la dea bendata ha dato una mano, a fine prima frazione di gioco mandando il pallone toccato da Badalli su tiro di Lekaj a sbattere sul palo, e materializzandosi con le fattezze di Steve Rouiller, nel posto giusto al momento giusto quando l’estremo difensore è incappato in un’uscita non perfetta. Insomma, zero azioni contro un palo e una respinta sulla linea. Ai punti, avrebbe potuto vincere il Wil, ma nel calcio contano le reti fatte. Era importante, prima di tutto, muovere la classifica, e secondariamente non subire gol evitabili. Due obiettivi raggiunti, però certamente il lavoro da fare non è finito. Serve, e non è una novità, cinismo davanti, perché se si fatica a metterla dentro quando le chance sono quattro o cinque, ancor più difficile è farlo quando magari in area giunge un solo pallone utile per gonfiare la rete. Oltretutto, il campo del Wil, compagine in buona forma che si sta rapidamente allontanando dalle zone pericolose, è dei più insidiosi anche a causa del sintetico. Un punto, dunque da salutare con un sorriso. In poco tempo sembra esser diventata una certezza la coppia centrale difensiva composta da Madero e Rouiller, acquisti di gennaio, e davanti Zambrotta punta su Magnetti e Viçosa, alla ricerca del primo gol con la nuova maglia. Il trittico di trasferte è finito, e ora l’immediato futuro dice Lugano. Una partita diversa dal solito, una partita a sé, come sempre. Ecco formazioni e tabellino: FC CHIASSO: Badalli, Luechinger, Rouiller, Madero, Quaresima, Diarra, Reclari, Pacar, Regazzoni, Magnetti, Junior Viçosa. FC WIL: Brecher, Matri, Lekaj, Gonçalves, Cerrone, Stillhart, Berisa, Muslin, Taipi, Fazli, Koller. 52′ Giallo per Rouiller. 60′ Gentile prende il posto di Junior Viçosa. 75′ Ammonito Regazzoni. 79′ Mihajlovic subentra a Pacar. 88′ Hassell al posto di Magnetti.

Ultime notizie

Leave a Reply