News

1 agosto 2015

FINALE: #LosannaChiasso 1-2

Magic Chiasso! Il sogno in testa alla classifica prosegue con una grande vittoria, là dove non si vinceva da un decennio. I Rossoblu espugnano Losanna, in rimonta, con autorità, e si regalano un’altra settimana, in attesa di ricevere l’Aarau, a guardare tutti dall’alto in basso, a braccetto col Wil. Schällibaum a fine gara dirà che nei primi minuti il primato ha accompagnato in campo i suoi ragazzi, onere e onore. C’è voluto metà primo tempo per entrare in partita nel modo migliore. Peccato che nel frattempo il Losanna avesse già trovato il gol del vantaggio: Rouiller ha perso una palla sulla linea di fondo, Margaraiz ha calciato su Guatelli che ha messo in corner, sul cui svolgimento Gétaz ha anticipato tutti. I padroni di casa, galvanizzati, hanno creato un’altra occasione, ma poi il Chiasso si è scosso, senza subire il colpo di uno svantaggio che poteva tagliare le gambe. Ha iniziato a giocare, a rendersi insidioso con Cortelezzi, Monighetti, Ciarrocchi, ha tamponato su due contropiedi e nel momento migliore, un attimo prima che l’arbitro mettesse il fischietto in bocca per mandare tutti negli spogliatoi per la pausa, Hassel ha pennellato un angolo perfetto per la testa di Madero e per il pareggio. In pausa, il Chiasso ha voluto osare di più. Non bastava il pari, in questo momento magico, alla capolista, a una squadra a cui va tutto bene, dalla difesa all’attacco sino alla metà campo. E i periodo così vanno sfruttati al meglio, senza rimpianti e avanti tutta. Infatti, dopo neppure 10’, un altro calcio d’angolo ha portato in vantaggio i ragazzi di Schällibaum. Battuta di Regazzoni, palo di Cortelezzi e tapin vincente di Ciarrocchi. Il Losanna ha saputo reagire sul serio solo nell’ultimo quarto d’ora, e a ben vedere è stato il Chiasso ad andare più vicino al 3-1 con qualche contropiede, dato che i padroni di casa hanno costruito solamente qualche mischia. Seconda vittoria consecutiva, prima in trasferta, terzo risultato utile consecutivo. Il campionato è iniziato davvero nel migliore dei modi, forse ancor meglio di quanto si osasse sperare. Il Chiasso, pur coi piedi per terra, si concede un piccolo sogno.

Ultime notizie

Leave a Reply