News

1 maggio 2017

L’orgoglio di Raineri e Regazzoni: “Eravamo convinti di poter fare una buona prestazione”. “Siamo una squadra viva!”

Una sconfitta che lascia l’amaro in bocca, ma anche una sensazione di soddisfazione per la prestazione fornita di fronte alla capolista. Sono le sensazioni che prevalgono dopo la partita con lo Zurigo, nelle parole di mister Baldo Raineri e di capitan Alberto Regazzoni.

“Sono ragazzi eccezionali”, ha commentato il tecnico. “A fine partita sono andato negli spogliatoi e ho ringraziato tutti, come settimana scorsa. Avevamo la convinzione che saremmo riusciti a fare una grande prestazione e per poco non abbiamo portato a casa qualcosa di interessante per la classifica. Alla fine il punto ci è scappato, ma va dato merito agli avversari che sono i primi in classifica”.

Regazzoni, alla centesima partita con la fascia di capitano, parla di “rammarico ma anche di orgoglio per una squadra che ha dimostrato ancora una volta di essere viva, che lotta su ogni pallone, e questo è fondamentale. Sapevamo fino dall’inizio che c’era da soffrire, con lo Zurigo siamo usciti a testa alta e questo fa ben sperare per la prossima sfida a Ginevra, che sarà complicata. Cosa ci è mancato per portare a casa un punto? Dettagli, sul gol forse c’è stata una piccola disattenzione generale, mentre contro una squadra te ne puoi permettere pochissime o nessuna. Ma vanno apprezzate la compattezza generale e la voglia di giocare su ogni pallone. Fino a 10′ dalla fine siamo rimasti in partita, vicini a conquistare un punto, abbiamo fallito anche una grossa occasione. Ora concentriamoci subito sulla prossima, come ci ha detto il mister negli spogliatoi a fine partita”.

Interviste, News, Ultime notizie