News

13 febbraio 2017

Mattia Cinquini: “Il pari era il risultato più giusto. Testa a domenica”

La sconfitta di ieri contro il Le Mont ha lasciato rammarico, perché un pari, per quanto visto in campo, sarebbe stato il risultato più giusto. Ma il difensore Mattia Cinquini guarda già avanti, convinto che nelle prossime sfide il Chiasso farà bene.

Mattia, cosa possiamo dire della partita di ieri?
“Siamo partiti bene, penso ai primi 20′, dove abbiamo avuto delle occasioni che non siamo riusciti a sfruttare. Loro invece alla prima palla gol, con un rimpallo, hanno segnato. Il gol è stata una mazzata, perché abbiamo fatto delle buone cose. Se avessimo messo a segno noi una rete all’inizio la partita sarebbe stata diversa. Ma abbiamo lottato sino alla fine e il pareggio sarebbe stato più giusto”.

Difficile per voi giocare su un campo del genere e contro un avversario così forte fisicamente…
“Sono certo che già fra qualche giorno faremo una buona partita. Ci attendono due sfide difficili, è vero, ma sul nostro terreno, potremo giocare di più a calcio. A Baulmes, sul campo piccolo e stretto, loro partivano avvantaggiati, mentre noi negli spazi larghi ci muoviamo meglio. Passo indietro rispetto al Winterthur? No, direi che è stata una partita diversa, dove loro hanno puntato molto sul mettere palla lunga per giocare sulle seconde palle”.

Come va la tua intesa con Ivic e Bellante?
“Con Ilija mi trovo molto bene, parliamo e ci intendiamo bene sul campo, col Le Mont ci hanno condannato due rimpalli sui cui non siamo riusciti a chiudere all’ultimo momento, episodi che purtroppo capitano. Alessio ha disputato un’ottima partita, sui gol non ha assolutamente colpa”.

Sei un difensore esperto, cosa puoi offrire alla squadra?
“Pur non essendo proprio vecchio (ride, ndr), cerco di dare il mio aiuto. Sto cercando di ritrovare la forma fisica dato che erano diversi mesi che non giocavo, poi sta al Mister scegliere se schierarmi o meno. La gioventù che caratterizza la nostra squadra è bella, basti vedere come ieri abbiamo lottato sino all’ultimo per portar via almeno un punto”.

 

Interviste, News