News

19 marzo 2017

Mister Giuseppe Scienza: “Bravi gli attaccanti e gli esterni. Dobbiamo però essere più precisi sotto porta”

È raggiante, al termine della sfida col Wil. Mister Scienza si rammarica solo di qualche gol in più che poteva essere siglato, ma è come sempre fiero della squadra che ha plagiato a sua immagine e somiglianza.

Quanto valgono questi tre punti? “Molto. Abbiamo disputato un’ottima partita, forse sorprendendo il Wil. Abbiamo saputo sfruttare i loro problemi, venendo a giocare a casa loro come se affrontassimo la squadra più forte del mondo. Ma questo è l’atteggiamento che dobbiamo sempre tenere, per andare verso quel traguardo, la salvezza, che sarebbe storico. C’è solo un piccolo appunto…”

Ci dica.. “Come col Wohlen, abbiamo creato una miriade di occasioni, colpendo anche un palo con Mujic. Una squadra solida avrebbe terminato il primo tempo sul 3-0. Dobbiamo essere più precisi, perché non sempre ci capiterà di crearci 20 chances da gol”.

Marzouk sta diventando sempre più importante per la squadra, vero? “Al di là dei gol che segna, già sette, è da sottolineare il lavoro che svolge anche senza palla. A Wil però non mi è piaciuto solamente lui, bensì anche Mujic, e voglio dare una nota di merito ai due esterni”.

Il Wil adesso è coinvolto a pieno titolo nella lotta per non retrocedere? E il fatto di non esserne abituati li penalizzerà? “Di sicuro ora sono coinvolti, hanno solo due punti più di noi. Non mi piace guardare in casa d’altri, noi dobbiamo fare il nostro percorso. Loro hanno perso qualcosa in difesa con gli adii di Papp e Korkmaz, ma hanno centrocampisti importanti come Stadelmann e un buon attacco”.

Interviste, News