News

3 dicembre 2017

Il mister resta fiducioso, “non abbiamo mai mollato. Non dobbiamo commettere errori sulle ripartenze avversarie”

“Siamo partiti bene nei primi 4’ con 2 occasioni sbagliate, poi abbiamo permesso due ripartenze, con due passaggi loro sono arrivati in fondo e hanno segnato. Ci siamo trovati con due gol sul groppone”, riassume mister Guillermo Abascal Perez.

Però non è del tutto scontento, vero? “Abbiamo disputato il primo tempo a un alto livello, con grande velocità e tanti tiri, in porta e fuori. I ragazzi hanno svolto un grande lavoro a livello d’attacco, arrivavamo bene negli ultimi 16 metri ma sbagliavamo troppo, come 3 mesi fa. Dobbiamo essere più concreti. Loro hanno fatto la loro partita, aspettando e ripartendo. Il secondo tempo è iniziato male con l’espulsione di Martignoni, siamo andati un po’ in difficoltà ma anche con un giocatore di meno abbiamo avuto occasioni, dopo la loro espulsione con Assan Ceesay”.

Tanta generosità ma il gol non è arrivato. “La squadra ha fatto la sua partita senza mollare mai, dobbiamo capire che questi errori in ripartenza non possiamo permetterceli. Le altre squadre ci aspettano nel loro campo e difendono per  poi ripartire, dobbiamo gestire meglio la fase offensiva: quando perdiamo una palla dobbiamo essere messi bene per recuperarla senza subire troppe ripartenze. Quando in fase d’attacco coi nostri movimenti perdiamo palla se non siamo messi bene per la fase difensiva facciamo fatica. Quando una squadra gioca vicino all’altra porta, se non prepara bene la difesa, rischia di prendere ripartenze. In due partite preso gol in ripartenza, abbiamo sbagliato, è un difetto da correggere”.

Un altro fattore che è tornato, oltre alla poca concretezza, è il gol subito in apertura… “Per come la penso io se devi prendere gol meglio subito, così hai tempo per recuperare”.

Pensa che le altre squadre ora ci metteranno in difficoltà difendendo e ripartendo? “Secondo me non ci mettono in difficoltà, siamo ancora quarti, quelli che aspettano e ripartono sono dietro di noi, deve essere una nostra forza sapere che siamo sulla strada giusta e che non siamo stati concreti ma dobbiamo migliorare e non prendere gol in ripartenza. I ragazzi sanno che la squadra che ha proposto siamo noi, e credo ancor di più che prima di questa partita nel nostro lavoro, arriveranno più vittorie che sconfitte. Quando sei inferiore a una squadra fai questo gioco, stiamo parlando di una squadra con 3-4 volte il nostro budget con giocatori che hanno fatto la Super League e non riescono a fare due passaggi ma devono difendere e ripartenze tutta la partita, è un altro modo di giocare. Per me si vince meno di quello che si perde, il mio pensiero è un altro. Abbiamo avuto il coraggio di non mollare mai, di cercare la rete senza guardare il risultato, segno che crediamo nel nostro lavoro”.

Interviste, News, Ultime notizie