News

18 ottobre 2015

Verso #BienneChiasso

È stata quanto meno una settimana particolare. Il Chiasso ha celebrato i suoi 110 anni, e questo è stato il bello. Ma ha perso il suo tecnico, Marco Schällibaum, passato all’Aarau. Una settimana, dunque, dove è successo di tutto. E nel mentre, i Rossoblù si sono preparati per tornare in campo, dopo la bella vittoria con l’Inter e la voglia di reagire a un momento difficile. Prossimo avversario, nel posticipo televisivo del lunedì, il Bienne, che si trova a quota 16 punti, a pari punti col Chiasso, frutto di vittorie, 4 pareggi e 4 sconfitte. Cammino identico, dunque, per le due squadre, con il Bienne che segna e subisce però di più. Neppure i bernesi, anch’essi dopo una partenza sprint, sono in un periodo brillantissimo: dopo il pari del Riva IV, infatti, hanno raccolto due sconfitte fuori casa e un pareggio davanti al pubblico amico. Fra i nuovo arrivi, Babic ha giocato pochissimo, Bigler ha già lasciato la rosa, Brunner ha totalizzato 8 presenze senza reti come Schulz, Kilezi ha giocato 6 volte Pribanovic non ha mai visto il campo. Ottimi invece gli innesti di Marchesano, capocannoniere del torneo con le sue sorprendenti 10 reti in 8 partite, così come quelli di Pak (3 gol in 10 partite) e di Ljubicic (1 rete con tantissime presenze, 11). Dopo Marchesano, sta facendo molto bene l’altro nuovo acquisto, Kololli, con 6 reti. L’albanese aveva già fatto vedere buone cose nel Le Mont. I punti conquistati in casa più o meno si equivalgono a quelli in trasferta, anche se nelle classifiche specifiche il Bienne sarebbe più avanti in quella relativa alle partite fuori casa (quarto contro quinto, il che proba che la forza del torneo della squadra al momento è l’unione fra sfide davanti al pubblico amico e quelle lontano). Per quanto concerne lo stadio di casa, è stato da poco inaugurato il nuovo impianto, la Tissot Arena. Se quando aveva affrontato i Rossoblù al Riva IV il Bienne viaggiava a tre reti a partita, rimangono comunque il miglior attacco della categoria, con 23 reti. Solo il Neuchâtel per contro ha subito di più, e sei gol subiti nelle ultime tre partite sono emblematici. Non vi saranno ex in campo. All’andata finì 0-0. Bienne per riprendere la marcia a suon di gol, Chiasso per reagire a un momento difficile. Appuntamento lunedì alle 19,45 alla Tissot Arena di Bienne! (Con diretta Teleclub per chi non potrà essere allo stadio)

Ultime notizie

Leave a Reply