News

17 luglio 2015

Verso #ChiassoLeMont

Dal Le Mont al Le Mont, un mese e mezzo dopo. Si ricomincia da dove si era terminato, dal campo di Baulmes, dove a fine maggio il Chiasso aveva conquistato la salvezza, proprio contro una squadra che era legata ad uno dei ricordi negativi più forti degli ultimi anni. Esattamente dove si era esordito lo scorso anno, si inizia un nuovo campionato. I Rossoblu di Schällibaum hanno mantenuto la loro ossatura, con l’innesto di Ivic, Kovacic, Melazzi, Cortelezzi e il ritorno di Ciarrocchi, con l’obiettivo primario di risolvere i problemi offensivi che avevano attanagliato la squadra nell’ultima, difficile stagione. Il Le Mont, per contro, dopo l’annata sorprendente appena conclusa, ha subito una rivoluzione. Via in molti, dall’ex Berisha a Gétaz, da Leoni a Signori, Musa, Kololli, Lavanchy, Martin, N’Dayaye, Otomo, Sessolo e Si Salem. A fare due calcoli, più di una formazione titolare, rimpiazzati da un’altra lunga lista di nomi. Su tutti, a spiccare è quello di Daniel Gygax, che nel 2006 partecipò ai Mondiali e nel 2008 agli Europei con la Nazionale svizzera, ed ha militato in compagini importanti quali Zurigo, Norimberga e, più recente, Aarau. Nuova sfida dunque per il centrocampista, mentre dalla Super League arriva anche Jonas Omlin, portiere che nel Lucerna però aveva giocato solo una volta. Altri acquisti arrivano dalla Challenge League, dal Losanna Hochstrasser, Meite e Gauthier, dal Wil Matri. Un passato nella categoria ce l’ha anche Fermino, mentre il francese Moussilou viene dalla terza divisione del suo paese e il giovane Emra Mustafi compie un salto importante dalla 2° lega interregionale. Tasic arriva addirittura dalla 3° lega, dopo aver militato in Serbia. Fra coloro che erano stati fra le colonne portanti della salvezza dello scorso anno, oltre al tecnico Gross, Fejzulhai e Dubajic, arrivato a metà stagione passata dal Lugano e il capocannoniere del campionato passato Orhan Mustafi. La perdita più importante in termine di reti è stata quella del sorprendente Kololli, finito al Bienne. Dunque, tante novità in una compagine che pure aveva stupito, salvandosi a sorpresa con una giornata di anticipo, soffrendo in alcuni periodi ma probabilmente meno rispetto a quanto si credeva. La Cenerentola della passata stagione, che in Challenge League nella sua storia aveva vissuto un’unica annata con immediata retrocessione, ora ha trovato il suo posto al sole e non ha intenzione di lasciarlo. Come per tutti, col mercato comunque ancora aperto, l’incognita sarà l’amalgama. Le prime partite, in fondo, sono interlocutorie, anche se partire bene e incamerare punti non può che essere d’aiuto. Non vi saranno ex in campo. Le Mont perché essere la sorpresa può diventare una piacevole abitudine, Chiasso per dimostrare che gli ultimi due anni complicati sono solo un ricordo. Appuntamento domenica alle 15 allo Stade Sous-Ville di Baulmes!

Ultime notizie

Leave a Reply