News

23 febbraio 2015

Verso Sciaffusa…

Il loro incrocio avrebbe dovuto aprire il 2015 di entrambe, invece il maltempo si è messo di mezzo e Sciaffusa e Chiasso si sono date appuntamento per una ventina di giorni dopo, un mercoledì sera. Nel frattempo, i Rossoblù hanno esordito cogliendo un buon pari in casa col Losanna e la pioggia ha impedito loro di affrontare una sfida importante come quella col Bienne. I gialloneri hanno dovuto attendere sino a domenica scorsa per scendere finalmente in campo: dopo essersi visti rinviare anche la partita col Wohlen, hanno ceduto fra le mura amiche al Servette, che ha scavalcato il Lugano al secondo posto. I ginevrini sono riusciti ad avere ragione gli uomini di Jacobacci solo all’83’. Dopo che Almerares aveva pareggiato la rete iniziale di Vonlanthen, ha risolto Bua. La stagione scorsa, da neopromosso, lo Sciaffusa era stata la sorpresa del torneo. Ora, dopo aver ceduto diversi fra i pezzi migliori nel mercato estivo, si trova inaspettatamente a lottare per non retrocedere. Come auspicato, a Gennaio c’è stato qualche movimento, tre in entrata e tre in uscita, dunque nessuna rivoluzione, solo qualche aggiustamento. Sono partiti Büchel, che ha lasciato il calcio, Lapcevic, andato allo YF Juventus, e Cristian Miani, giocatore che evidentemente dopo la buona stagione di Bienne non ha trovato la sua dimensione a Sciaffusa, ora al Köniz. Sono invece arrivati Bcvic, centrocampista dal Locarno, Bunjaku, centrocampista con alle spalle diversi anni nel Grasshopper U21 e Kostadinovic dallo YF Juventus. Tre ragazzi giovani e di belle speranze, ma inevitabilmente il riscatto sciaffusano passerà più che altro dai piedi di chi si è reso protagonista di un’andata non all’altezza delle aspettative. La formazione di Jacobacci ha la seconda peggior difesa (ma il Wil, che ha incassato due reti in più, ha due partite in più), ma segna discretamente. Il cammino sinora è stato identico a quello del Chiasso: 5 vittorie, 5 pareggi e 5 sconfitte. Al contrario dei rossoblu, hanno ottenuto la maggior parte dei punti, ben 14, in trasferta. Se contasse solo la classifica delle sfide fuori casa, sarebbe infatti comodamente a metà classifica, mentre alla Breite, ha vinto solo una volta, proprio contro il Chiasso. Il capocannoniere della squadra, e secondo miglior marcatore della categoria, è Igor Tadic, che arrivato in estate dal Servette ha siglato in 18 presenze lo stesso numero di gol raggiunti nelle 29 dello scorso anno, ovvero 11. Dietro di lui, con 4 centri c’è Davide Mariani, mentre diversi calciatori, fra cui l’ex rossoblu Facchinetti, hanno segnato 2 reti. All’andata, due vittorie sciaffusane. La prima al Riva IV per 1-3, in rete Gül, Mariani, Hassel e Demhasaj, mentre nella seconda sfida come detto, allo Sciaffusa riuscì l’unica vittoria fra le mura amiche, un 4-0 che segnò una delle giornate peggiori del torneo dei ragazzi di Zambrotta. Segnarono Alioski, Ivic, Tadic e Zarkovic. Fra gli ex, uno sarà in campo ed uno in panchina. Mirko Facchinetti ha disputato due stagioni in rossoblu prima di emigrare alla corte di Jacobacci, che ha un passato sulla panchina del Chiasso. Sciaffusa perché raddrizzare la stagione ormai non è possibile ma salvarla sì, Chiasso per proseguire sulla buona strada vista col Losanna, magari limando i difetti. Appuntamento Mercoledì alle ore 18:30 alla Breite di Sciaffusa!

Ultime notizie

Leave a Reply