News

25 maggio 2016

Verso #WinthyChiasso

Da luglio a maggio, alternando un periodo in cui si era in testa ad altri in cui si è avuto paura di finire sul fondo, cominciando con Schällibau, salutandolo, dando il benvenuto a Camolese, terminando con lui. Il tutto condito da una salvezza arrivata qualche giornata prima della fine, complice la brutta storia che ha coinvolto il Bienne e cambiato le sorti del campionato. Il torneo 2015/16 del Chiasso volge al termine, ancora una partita e sarà finito. L’ultima avversaria sarà il Winterthur, da sempre ostica per i Rossoblù. I leoni sono reduci da un periodo altalenante, caratterizzato da un’altalena tra vittorie e sconfitte (tre e tre dopo l’ultimo pareggio). Settimana scorsa ha perso malamente davanti al proprio pubblico con lo Xamax, ma pochi giorni prima aveva battuto nettamente il Losanna neopromosso, rifilandogli un poker. Tutti puntavano sulla coppia gol formata da Bengondo e Paiva, invece il capocannoniere della squadra è Fassnacht, 9 reti per lui. L’attaccante camerunense, che al Chiasso segna spesso e volentieri (indovinate chi ha segnato la rete dell’ultima vittoria del Winterthur al Riva IV?), non ha sempre giocato titolare ed è fermo a quota 7, mentre il portoghese ha segnato 5 volte. Meglio di lui il centrocampista turco Cicek. Eppure, nonostante molti marcatori diversi, e parecchi elementi che hanno siglato un buon numero di reti, l’attacco è solo il quinto migliore, il secondo peggiore però fuori casa e il secondo migliore lontano dal pubblico amico. Tutte le squadre che precedono il Winterthur in classifica hanno segnato di più. Da segnalare anche la peggior difesa dell’intero torneo. Si tratta di una compagine che ha serie difficoltà in casa, dove oltre a segnare col contagocce ha la peggior difesa e si troverebbe nono, essendo la squadra che ha vinto di meno, e che invece vola fuori casa: con sette vittorie sarebbe secondo, dietro solo al Losanna. Una disparità di andamento che probabilmente ha contribuito a un campionato passato a metà classifica, di fatto anonimo. Nelle precedenti tra sfide, si è sempre imposta la formazione di Christ: 3-1 alla Schützenwiese, con gol di Fassnacht, Cortelezzi, Cicek e Bengondo, stesso risultato al ritorno, con a segno Regazzoni, Holenstein, di nuovo Bengondo e Fassnacht, mentre nell’ultimo incrocio al Riva IV Stefan Mihajlovic aveva pareggiato la rete di Paiva, ma poi Bengondo aveva regalato la vittoria agli ospiti. Non vi saranno ex in campo. Winterthur per regalare un sorriso al pubblico amico che quest’anno ne ha vissuti pochi, Chiasso per terminare il torneo più al settimo posto. Appuntamento venerdì alle ore 19.45 alla Schützenwiese! pb

Ultime notizie

Leave a Reply