News

22 agosto 2015

Verso #WohlenChiasso…

Dopo la parentesi, complicata ma vincente, di Coppa, il Chiasso torna in campo in Challenge League e lo fa, ancora una volta, da prima della classe: una sensazione dolce a cui non si ha nessuna difficoltà ad abituarsi! Per la prima di due trasferte consecutive (tre considerando anche quella di Nyon), i Rossoblu sono attesi alla Niedermatten contro il Wohlen. Se i Rossoblu hanno faticato ad avere ragione dello Stade Nyonnais ma poi si sono regalati una stimolante sfida contro lo Young Boys al Riva IV, gli avversari di domenica hanno rifilato nove reti al Küsnacht, ultima della classe nel gruppo di Seconda Lega di cui fanno parte anche Belinzona, Taverne, Castello, Ascona e Lugano U21. Nei sedicesimi affronteranno lo Zurigo. La squadra argoviese ha cambiato parecchio rispetto alla scorsa stagione, a partire dall’allenatore, affidandosi a Martin Rueda, reduce da una parentesi a Dubai dopo aver guidato per 26 partite lo Young Boys. Fra i calciatori, sono partiti Buess, approdato al Thun come Rapp (già in gol due volte ciascuno), Bühler, finito al Vaduz, De Filippo, Neziraj, ora al Lucerna, Pezzoni, Pnishi, andato al Grasshopper. Parecchi, quindi, i giocatori che dopo essersi messi in mostra nel torneo scorso hanno compiuto il salto in Super Legue. Nomi importanti anche fra gli arrivi, a partire da Ableggen, giunto dal Vaduz, Bürgy dallo Young Boys, Dünki, che i tifosi del Chiasso ricorderanno per essere stato vicino a vestire la maglia Rossoblu a gennaio scorso, per poi preferire il Wil, Lugo, Milicaj, Muslin e Seferi. Ad eccezione dei giovani Seferi e Milicaj, tutti gli altri sono già stati utilizzati da Rueda, ed anzi Ableggen è il capocannoniere della squadra assieme a Alain Schultz: 2 reti in 5 partite per entrambi. A causa dei numerosi cambiamenti, forse il Wohlen è una delle compagini al momento più indecifrabili di questo inizio di torneo. Dopo il buon piazzamento lo scorso anno, sicuramente punta alle posizioni prestigiose, però ha conosciuto una partenza non brillantissima. Si contano infatti una sola vittoria, conquistata nell’ultimo turno giocato contro il Wil, una sconfitta (in casa col Neuchâtel) e ben tra pareggi. In perfetta parità gol segnati e reti subite. Per ora, e non può che essere una buona notizia per il Chiasso, ha faticato fra le mura amiche, ottenendo solo due punti, mentre nella speciale classifica che tiene conto dei risultati lontano dallo stadio casalingo, sarebbe terzo, davanti proprio ai ragazzi di Schällibaum (che hanno però in questo caso una gara in meno). Non vi saranno ex in campo. Chiasso perché ci si sta accorgendo di non soffrire affatto di vertigini, Wohlen per iniziare a dare una direzione alla propria stagione. Appuntamento domenica alle ore 15.00 alla Niedermatten!

Ultime notizie

Leave a Reply