News

6 febbraio 2016

Verso #XamaxChiasso

Si ricomincia, quasi due mesi esatti dopo l’ultima partita. E il calendario, sempre curioso nelle sue sfaccettature, vuole che il Chiasso lo faccia laddove aveva terminato a inizio dicembre, dal campo sintetico del Neuchâtel Xamax. Si ritrovano due squadre che non hanno cambiato molto. Nelle fila Rossoblù, gli unici volti nuovi sono quelli di Stefan Mihajlovic e di Ulisse Pelloni, oltre al rientro di Felitti, mentre sono andati via solo Kovacic e Melazzi. Il Neuchâtel per contro si è privato di Bize, che comunque aveva al suo attivo solo due presenze, ed ha acquistato cinque giocatori, di cui, Manaj, molto giovane (ma Zesiger è classe 1998 come lui e ha giocato dieci volte). Non moltissimi, però nomi che sulla carta appaiono acquisti importanti. Il colpo più prestigioso è senza dubbio quello del talentuoso difensore Mickael Facchinetti, in arrivo dal San Gallo, e che era appetito, prima di scegliere la Maladière, da numerosi club. Arriva dalla Super League anche il quasi 21enne centrocampista congolese Akolo. Salto di categoria invece per Zbinden, che militava in Prima Lega, mentre in attacco è stato preso un alto rinforzo proveniente dalla massima serie, il ghanese Afum. Due attaccanti per rafforzare un attacco che non segna molto, solo 24 reti all’attivo. Nonostante questo, la neopromssa sta disputando un campionato tranquillo, vicino alle posizioni nobili ma troppo distanziata in termini di punti per sognare la promozione. Con una difesa che si situa a metà classifica, segnare di più potrà essere un punto a favore dei neocastellani. I due migliori marcatori sono Dante Senger, una sicurezza, e Andelko Savic, che conferma il suo miglioramento dopo la stagione scorsa al Losanna. Sono i soli attaccanti ad essere andati in rete (in totale, altri sette compagni hanno all’attivo almeno un gol). Da migliorare ci sarebbe il rendimento esterno, dove la squadra di Decastel è solamente settima, contro il quarto posto (come nella graduatoria reale) delle gare in casa. Le vittorie fuori dalle mura amiche sono solo 2, con un pari e ben 6 sconfitte, con la seconda peggior difesa, mentre alla Maladiére sono arrivati 5 successi. Particolare curioso, che rispecchia però l’andamento generale, davanti al proprio pubblico lo Xamax ha peggior attacco e miglior difesa. Nei primi due gironi, i Rossoblù si imposero al Riva IV per 2-1, con Ciarrocchi ripreso da Savic e la rete decisiva nel finale su rigore di Regazzoni, mentre a dicembre le due compagini si lasciarono con uno 0-0. Vi sono due ex, entrambi nel Neuchâtel: si tratta di Witschi e Berisha. Neuchâtel per mostrare di aver operato bene sul mercato, Chiasso perché la lotta per non retrocedere durerà sino alla fine. Appuntamento domani alle ore 19.00 alla Maladière! PB

Ultime notizie

Leave a Reply