News

5 dicembre 2015

Verso #XamaxChiasso

Lunedì sera si chiude la prima parte di stagione dei Rossoblù. Metà campionato dalla duplice faccia, la prima felice con la squadra addirittura per un periodo capolista, e poi la seconda irta di difficoltà, con il lento avvicinarsi al fondo classifica e la vittoria che manca da troppo tempo. Forse la lunga pausa dunque cade a pennello, ma prima c’è da affrontare la lunga trasferta di Neuchâtel. La neopromossa, tornata in Challenge League dopo le vicende legate al fallimento che l’avevano fatta sprofondare nelle leghe minori, con la voglia di centrare subito la Super League. Per ora è al terzo posto assieme a Le Mont e Winterthur, staccato però di una decina di punti dalla prima della classe, il Losanna, e di 7 dal Wil secondo. Il periodo è altalenante: dopo l’ultimo pari, risalente al 5 ottobre, sono arrivate in sequenza una sconfitta, una vittoria, una sconfitta, due vittorie e un’altra sconfitta contro il Le Mont. Da fine ottobre, in panchina è arrivato Decastel al posto di Catillaz. I capocannonieri della squadra, con 5 reti a testa, sono l’ex luganese Dante Senger e Andelko Savic, 3 gol invece per Doudin e Mveng. Non è una compagine che segna moltissimo, avendo il quarto attacco del torneo. Solo il Bienne ha subito però di più, il Neuchâtel condivide con il Chiasso (che ha messo a segno un gol in più) la seconda peggior posizione, con 25 reti incassate. Fatica fuori casa, dove ha totalizzato solo 7 punti, frutto di due vittorie, un pari e ben sei sconfitte, con la peggior difesa esterna (ma la seconda migliore interna, dove ha per contro il peggior attacco). Una formazione, dunque, con numeri contradditori, che è tutto e il contrario di tutto, il cui ruolo nel torneo forse diverrà più chiaro dopo la pausa: si vedrà se i dirigenti vorranno investire per coprire le pecche che sono emerse e provare a inseguire il Losanna oppure se si accontenteranno di una prima stagione senza patemi. Per il Chiasso sarà il terzo posticipo: i primi due non sono stati molto fortunati, col pari a Bienne e la sconfitta di Sciaffusa. È capitato più spesso invece al Neuchâtel Xamax chiudere la giornata di Challenge Legaue, totalizzando due vittorie (una interna e una esterna), un pari e una sconfitta. All’andata, vinse il Chiasso, ancora nel magic monement, per 2-1. Al vantaggio di Ciarrocchi replicò Savic, poi negli ultimi 5′ decise un rigore di capitan Regazzoni. Gli ex in campo saranno Killian Wtischi e Florian Berisha, entrambi nelle fila dei padroni di casa. Neuchâtel per provare a capire chi è davvero, Chiasso per chiudere con un risultato positivo un periodo difficile. Appuntamento lunedì alle 19.45 alla Maladière!

Ultime notizie

Leave a Reply