News

16 marzo 2017

Wil-Chiasso Story

È strano il destino del Wil, forse anche beffardo. La facoltosa proprietà turca aveva speso in lungo e in largo, assicurando alla formazione giocatori di prestigio, e ai calciatori stipendi decisamente importanti per la categoria. Costretti a cambiare allenatore, poiché Ugor Tütüneker era stato accusato dalla Turchia di essere coinvolto nel colpo di Stato contro il presidente Tayyip Recep Erdogan, con Rueda la squadra non è riuscita a mantenere gli obiettivi prestigiosi, con la promozione ben lontana. E a inizio febbraio il colpo di scena, con Mehmet Nazif Günal che improvvisamente ha abbandonato la nave (con una multa comminata di 10mila franchi per non aver comunicato alla Swiss Football League il cambio negli azionisti): per i calciatori, la scelta era accettare una nettissima riduzione di stipendio, anche del 70-80%, o andarsene.

Conosciamo il Wil – In molti hanno deciso di cambiare casacca: da Papp a Korkmaz, da Nganga a Roux, da Taipi a Spielmann, sino a Goncalves e Karasauks. In panchina, Teuble ha sostituito Rueda. Acquisti? Nessuno, sono stati però inseriti alcuni giovani nella rosa. I capocannonieri della squadra, con 3 reti a testa, sono Ozowko e l’ex nazionale Vonlanthen (sempre a tre reti, vi erano Roux e Karasauks).  Il ticinese Mattia Bottani è fermo al palo, mentre Fazli ha segnato due volte. Il Wil non ha ancora vinto nel 2017, totalizzando solo due 0-0 e poi cinque sconfitte filate.

I precedenti – Al Riva IV, vinse nettamente il Wil per 4-0. Si ricorderà però che sul 2-0 per il Wil l’atbitro espulse per errore Milosavljevic, confondendo il suo numero 11 con il 17 di Kaufmann (ammonito in precedenza, mentre non lo era il centrocampista). I Rossoblù inoltrarono immediatamente protesto, e il direttore di gara richiamò in campo Milosavljevic. In un clima quasi surreale, i ragazzi di Scienza incassarono altre due reti, rimase il protesto che la Federazione poi respinse. In trasferta, invece, i chiassesi strapparono uno 0-0.

I numeri – Anche i numeri confermano la mediocrità del Wil, compagine partita con grandi ambizioni e condizionata pesantemente dalle vicende, quasi incredibili, che hanno caratterizzato la stagione. Se fra le mura amiche mantiene una posizione di metà classifica, fatica invece in trasferta, dove sarebbe nona ed è la squadra che ha subito più sconfitte, ben 8, con terza peggior difesa e terzo peggior attacco.

Gli ex – Non vi saranno ex in campo, una circostanza abbastanza rara.

Wil per interrompere la lunga striscia negativa, Chiasso per riprendersi quello che la sfortuna ha tolto contro il Wohlen, e non solo.

Appuntamento all’IPG Arena sabato alle 17.45!

News, Ultime notizie