News

3 marzo 2017

Zurigo-Chiasso Story

Una settimana dopo la mirabolante vittoria contro l’Aarau, importante per classifica e morale (anche se la vittoria dello Sciaffusa nel recupero non è stata una buona notizia…), il Chiasso è pronto per una delle trasferte più affascinanti dell’anno. Lo Zurigo, infatti, retrocesso a sorpresa l’anno scorso, è un’avversaria particolare, e giocare nel suo stadio, il famoso Letzigrund, ha certamente il suo perché.

Conosciamo lo Zurigo –  Come evidente che fosse, dopo la relegazione la compagine di Forte, subentrato a pochissimo dalla fine lo scorso anno, troppo tardi per salvare tutto, punta a risalire. E anche se nello sport non si può mai dire, sembra vicino a farlo, avendo 9 punti più della seconda. Nel mercato di gennaio lo Zurigo ha acquistato solo due giovanissimi, Miro Max Maria Muheim Raphael e Vani Dwamena, perdendo Armando Sadiku, tornato a Lugano. Una perdita sicuramente importante per chiunque, meno per un club come quello zurighese, che ha come capocannoniere Adrian Winter con 9 reti, seguito da Moussa Koné con 8, dopo di loro Roberto Rodriguez e Oliver Buff con 6, Dario Cavusevic con 5, come Sadiku. Nelle ultime due partite, la squadra ha segnato 8 reti.

I precedenti – Nella prima gara al Letzigrund, il Chiasso diede del filo da torcere alla capolista, che aveva in testa la Coppa, perdendo solamente 1-0, condannata dal gol di Cavusevic a inizio ripresa. Al ritorno, lo Zurigo vinse 2-0, in rete Winter, di nuovo a inizio secondo tempo, e Koné nel finale.

I numeri – Lo Zurigo ha vinto 17 gare su 22, perdendone una sola. Ha nettamente il miglior attacco della categoria, con 58 reti messe a segno, 17 più della seconda. Vanta anche la miglior difesa, anche qui con grande distacco rispetto alle altre. Curioso notare come, calcolando solo le gare in casa, però, lo Zurigo non sarebbe promosso ma finirebbe secondo dietro allo Xamax: pur non avendo mai perso e avendo la miglior difesa, ha vinto una gara in meno. Fuori casa invece vincerebbe nettamente il campionato, con un distacco di ben 10 punti sul Neuchâtel, con il miglior attacco (e che distacco…) e la miglior retroguardia. Insomma, numeri che fanno paura.

Gli ex – L’ex di turno sarà il portiere Rossoblù Andrea Guatelli, che ha giocato nello Zurigo dal 2007 al 2013, vincendo un titolo svizzero.

Zurigo per continuare una marcia trionfale, Chiasso per tentare il colpaccio dopo la goleada all’Aarau.

Appuntamento domenica alle ore 15.00 al Letzigrund di Zurigo!

 

 

News, Ultime notizie