skip to Main Content

Il ritorno di Guarino. “Ho bruciato i tempi. Con lo Xamax dall’inizio? Perché no…”

Erano svariati mesi che Salvatore Guarino non giocava una partita ufficiale. Quest’estate, infatti, appena tornato a disposizione di mister Scienza, un infortunio ai legamenti lo ha costretto a un lungo stop. La sua grande voglia di rientrare gli ha permesso di bruciare i tempi, e ieri è finalmente tornato in campo. Raccontaci le emozioni del rientro… “Belle! Era da almeno sette mesi che non giocavo, l’ultima era stata proprio contro il Wil, sembra fatto apposta. È sempre bellissimo tornare in campo. Sapevo che avrei giocato? Ho pensato che sarei entrato. Mi sono sentito bene, come già da una o due settimane, non vedevo proprio l’ora di rientrare…” Hai bruciato un po’ i tempi, vero? “Si pensava sarei tornato ad allenarmi a gennaio, quindi che sarei stato a disposizione al ritorno. Ho fatto tutti i test e le visite necessari, sono a disposizione! In effetti, ho anticipato di un buon due mesi… Come ho fatto? Non so, ci ho messo determinazione. Andavo a fare fisioterapia due volte al giorno, tutti i giorni, ho accorciato per forza! Il lavoro alla fine paga, come si suol dire, e nel mio caso lo ha fatto” Il punto di ieri sera vi soddisfa? “Certamente, abbiamo affrontato la seconda miglior forza in casa portando via un