skip to Main Content

Le parole di Mister Mangiarratti, capitan Monighetti e dell’attaccante Josipovic

Dopo aver smaltito la sconfitta al debutto contro il Vaduz, torniamo a parlare della sfida, ma questa volta lo facciamo attraverso la voce di alcuni protagonisti. Al termine della partita infatti, il Capitano Michele Monighetti, Zoran Josipovic e Mister Mangiarratti si sono presentati in conferenza stampa, analizzando la partita secondo i loro punti di vista.

Alessandro Mangiarratti:
“In questa partita gli episodi hanno sicuramente fatto la differenza.  L’avversario che abbiamo incontrato era certamente una squadra forte e con molta qualità, ma a livello di idee e di organizzazione del gioco eravamo alla pari. Per fare un esempio noi abbiamo sbagliato un gol davanti alla porta mentre loro hanno sfruttato tutte le occasioni che hanno avuto, e questo in una partita di calcio fa la differenza. Per noi allenatori subire reti da palle ferme è come ricevere un pugno nello stomaco e dunque credo che ci vuole una maggiore attitudine nel difendere ogni pallone per far si che queste cose non accadano. Nel complesso mi sento di poter dire di aver disputato una gara alla pari con i nostri avversari e con maggiore cinismo forse il risultato sarebbe stato diverso da quello attuale. Tutti i giovani che sono qua sono ragazzi con già qualche esperienza, e dunque al termine della partita si parla con loro e si cerca di analizzare gli errori. Tutto sommato sono soddisfatto e vedo il bicchiere mezzo pieno nonostante la sconfitta, e inoltre penso che il Vaduz abbia dovuto sudare sette camicie per portare a casa la vittoria.”

Michele Monighetti:
“Secondo me abbiamo iniziato la partita un po’ timorosi, ma nel complesso nel primo tempo la partita la abbiamo fatta noi. Purtroppo però non abbiamo terminato i primi 45 minuti in vantaggio, sbagliando alcune occasioni, io per primo, importanti. Nel secondo tempo abbiamo continuato a giocarci la nostra partita ma loro hanno segnano le due reti grazie alle loro due occasioni. Ora non dobbiamo assolutamente lasciarci andare e aspettare la partita col Servette, dato che secondo il mio punto di vista abbiamo mostrato buone cose in campo.  Sono sicuro che continuando a lavorare saremo anche noi più concreti in attacco e limiteremo i nostri errori, cercando di aiutare ancor di più i nostri attaccanti che stanno facendo un grandissimo lavoro sia offensivamente che difensivamente.”

Zoran Josipovic:
Con  Milinceanu mi trovo bene. Sicuramente abbiamo bisogno ancora qualche partita per trovare il feeling perfetto, ma penso che già ora vada abbastanza bene tra di noi. Siamo entrambi due giocatori che lavorano tanto per la squadra e sono sicuro che faremo una buona stagione. Il fatto di aver segnato subito alla prima partita fa sicuramente bene e all’attaccante da buone sensazioni, anche se però la partita la abbiamo poi persa… Senza l’aiuto dei miei altri 10 compagni che stanno alle mie spalle non sarei riuscito a pareggiare i conti, quindi il merito va anche a loro.” 

Back To Top