skip to Main Content

Il FC Chiasso “ribalta” l’Aarau

Impresa sportiva griffata rossoblù al Riva IV. Il FC Chiasso “ribalta” l’Aarau, una delle favorite alla promozione, con una rimonta tutto cuore, grinta e tecnica, conquistando in un colpo solo la prima vittoria in campionato e un pizzico di sicurezza in più nei suoi non banali mezzi. Al fischio finale è 4-2 per i padroni di casa, encomiabili nel non perdersi d’animo sotto di due gol e guidati nel “come back” da un Sofian Bahloul in giornata di grazia.

Pronti via sono gli argoviesi a colpire, dopo soli 4 minuti: Rossini, imbeccato al limite dell’area da Schneuwly, trafigge Guarnone con un bel destro. Gli uomini di mister Maccoppi non si perdono d’animo, collezionando – in una pronta risposta – due occasioni con Bahloul e una con Cyžas. La doccia fredda, però, è dietro l’angolo: al 33’ su un cross dalla sinistra, Guarnone sbaglia i tempi dell’uscita spalancando la porta al facile pallonetto di Schneuwly: è 0-2 Aarau e davanti al Chiasso sembra esserci una montagna impossibile da scalare.

Il tempo di metabolizzare il doppio svantaggio, invece, e la rimonta comincia, impetuosa. Al 38’ Bahloul indovina il “7” con un gran tiro a giro dal limite dell’area, accorciando le distanze. Il gol, cui segue l’intervallo, è il preludio a uno show rossoblù: al 50’ Bahloul è ancora bravo a inserirsi in verticale dopo un recupero a centrocampo e a scoccare un tiro sporcato da Leo che si infila alle spalle di Ammeter; al 57’ il centrocampista francese si supera, liberandosi in modo superbo ai 16 metri su invito di Rossi e infilando per la terza volta la porta dell’Arau; al 73’, infine, l’apoteosi, suggellata dal neo-entrato Pollero che con un destro di opportunismo infila il 4-2.

L’Aarau, a questo punto, non ha più armi per reagire, perché il Chiasso è bravo a difendersi egregiamente anche grazie ai cambi perfetti di mister Maccoppi. Al 90’ il Riva IV esplode: i primi tre punti della stagione sono davvero d’autore.

Back To Top