skip to Main Content

VITTORIA DI TESTA DEL CHIASSO AL RIVA IV: BATTUTO 2-0 IL WIL

CHIASSO- WIL 2-0 (2-0)

RETI: 15’ Bahloul (CH), 45’ Cyzas (CH)

CHIASSO: Guarnone; Martignoni, Aquaro, Conus; Aliu; Dixon (90’ Iberdemaj), Bahloul, Cyzas (65’ Huser), Gamarra (87’ Epitaux); Almeida (78’ Kryeziu), Rossini. All.: Alessandro Lupi. A disposizione: D’Ippolito, Malinowski, Doldur.

WIL: Mossi; Rohner, Kamberi, Schmied, Schmid; Muntwiler (46’ Ndau), Abedini; Duah, Fazliu (63’ Krasniqi), Padula; von Moos (46’ Carlos Silvio). All.: Ciriaco Sforza. A disposizione: Tolino, Traber, Brahimi, Celant.

Arbitro: Alessandro Dudic

Note: Stadio Riva IV, 500 spettatori. Ammoniti Conus, Aquaro, Aliu (CH); Muntwiler, Abedini (WI).

Una vittoria convincente contro il Wil dell’ex Andrea Padula dà una nuova ventata di fiducia in casa rossoblù, dopo l’amaro in bocca lasciato dal pareggio di domenica scorsa a Vaduz, con due gol annullati a Patrick Rossini nei minuti di recupero. E la concomitante sconfitta dello Sciaffusa contro il GC riporta la zona salvezza a 7 punti.

Davanti al pubblico amico dello stadio Riva IV, il Chiasso parte subito in quarta, dimenticando le numerose assenze. Già al 9’ la prima occasione da gol, con Svajunas Cyzas che colpisce di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo e centra in pieno il palo alla sinistra del portiere avversario Anthony Mossi. Ma la rete è solo questione di minuti: al quarto d’ora è Sofian Bahloul, anch’egli di testa, ad anticipare l’uscita di Mossi su cross dalla destra di Fabio Dixon, firmando l’1-0 per i rossoblù. Dopo il vantaggio sono sempre i ragazzi di mister Lupi a fare la partita. Allo scadere del 45’ del primo tempo è ancora un calcio d’angolo a far sorridere il Chiasso: lo batte Sofian Bahloul, e stavolta la “spizzata” di Svajunas Cyzas è perfetta e s’infila nell’angolino alla destra dell’estremo difensore del Wil. All’intervallo i rossoblù ci arrivano sul 2-0. Nella ripresa i sangallesi provano subito a cambiare le carte con due sostituzioni, ma non riescono ad invertire l’inerzia della partita, con il Chiasso che può controllare il risultato piuttosto agevolmente. Fino al fischio finale del signor Dudic che sancisce il risultato di 2-0 e manda tutti negli spogliatoi, tra gli applausi dei tifosi, che da tempo non vedevano una prova così autorevole della squadra di Lupi.

La contemporanea sconfitta casalinga dello Sciaffusa contro il Grasshopper (0-3) consente ai rossoblù di riavvicinarsi alla zona salvezza: ora sono a meno 7. La rincorsa continua sabato 29 febbraio alle 17.00 allo stadio Colovray di Nyon: il Chiasso giocherà in casa dello Stade Lausanne Ouchy (che oggi ha pareggiato 1-1 contro il Vaduz) mentre lo Sciaffusa sarà impegnato sul campo del Kriens.

Back To Top