News

30 luglio 2015

A tu per tu con…Drissa Diarra!

Una settimana da capolista: non accadeva da tempo al Riva IV di poter osservare gli avversari dall’alto al basso. È questo sicuramente un momento felice di un Chiasso spensierato: quanto sembra lontano, al momento, il pantano di problemi e sfiducia in cui ci si era invischiati a un certo punto della scorsa stagione! Si dice che la storia di un calciatore, a volte, è legata al periodo, a un’occasione, a un volto. Drissa Diarra aveva conosciuto Mister Schaellibaum ai tempi di Bellinzona, e quando lo scorso anno il tecnico ha preso le redini della compagine Rossoblù, il centrocampista numero 24 si è ritrovato. Il mister ha deciso di puntare ancora su di lui, e con lo Sciaffusa il maliano, entrato a gara in corso, lo ha ripagato alla grande: gol e assist, un gol e mezzo, si potrebbe dire. “L’importante non è aver fatto gol” commenta modesto Drissa “ciò che conta è dare una mano alla squadra. Sono contento perché abbiamo portato a casa i tre punti, aver segnato è meno importante”. Il fattore fondamentale per Drissa è il gruppo. “Siamo solo all’inizio: continueremo a impegnarci e a sudare la maglia da qui alla fine del campionato”. Dopo un’annata difficile, si può dire che sei uno degli emblemi del Chiasso che gioca bene e vince? “Non è importante Drissa, ma è tutta la squadra che deve fare bene. Quando entro in campo cerco di dare il massimo per tutti, e mi aspetto lo stesso da tutti i miei compagni”.

>

Ultime notizie

Leave a Reply