News

26 febbraio 2018

Chiasso-Xamax 0-3

Ci sono sconfitte e sconfitte: puoi perdere uscendo meritatamente battuto dal campo oppure condannato quando avresti meritato ben altro. La seconda affermazione è lo specchio della sfida con lo Xamax, dove il Chiasso è tornato a esprimere il suo gioco, a essere padrone del campo, ad avere il possesso, ma è stato condannato, ancora una volta, da episodi, da due errori personali.

Con fuori Ceesay e Farrugia per squalifica, spazio a un’inedita coppia di attaccanti formata da Josipovic e Said, il quale è costretto a abbandonare il campo dopo una mezz’ora per infortunio, lasciando il posto a Chitchanok.

Il primo vero squillo è al 18′, con un tiro di Soumare respinto, poi fuori gioco di Said. La partita è equilibrata, con un leggero dominio del Chiasso, che tiene ottimamente il campo, mentre comincia a nevicare, una sorta di bufera che non scoraggia gli irriducibili. Al 21′ conclusione pericolosa di Nuzzolo dopo un assist in diagonale leggermente deviato, la difesa mette in corner. Al 32′ Russo ha parato agevolmente una punizione, al 40′ palla buttata in mezzo da Abedini e Josipovic anticipato di un soffio in mezzo all’area.

Nella ripresa, azione prolungata dei Rossoblù con Abedini che va al tiro, poco dopo Josipovic ancora anticipato. Poi, il primo episodio chiave: Kabacalman perde palla, Tréand si porta dietro tutta la difesa e tira battendo Russo. Marcature aperte, in modo non meritato.

Il Chiasso ha provato a reagire, con una conclusione da lontanissimo di Soumare e con un’altra azione su cui la difesa è arrivata prima di Josipovic. Ed ecco l’altro avvenimento che lascia una traccia indelebile nella sfida, un pallone perso da Martignoni che lancia soli Ramizi e Nuzzolo, il primo manda generosamente in gol il secondo, che deve solo spingere la sfera in rete. I ragazzi di Abascal provano a riaprire la sfida con una conclusione di Chtichanok finita addosso a Walthert, dopo un bel passaggio a scavalcare la difesa.

Il finale parla di un palo di Doudin, che si riscatta poi nei minuti di recupero, beffando Russo a tu per tu.

Il risultato è pesante, il campo ha mostrato ben altro. Il Chiasso esce arrabbiato dal terreno di gioco, consapevole però di essersela giocata alla pari con la capolista e dominatrice di questo campionato.

Chiasso-Xamax 0-3 (0-0)

(57’Treand, 68’Nuzzolo, 94’Doudin)

Chiasso: Russo; Soumare, Delli Carri, Martignoni, Monighetti; Kabacalman (70’Gennari); Fatkic, Hamad (60’Charlier), Abedini; Said (31’Chtchanok), Josipovic

Xamax: Walthert; Lawson, Gomes, Djuric, Kamber; Corbaz, Veloso; Ramizi (76’Delley), Doudin, Treand (92’Mulaj); Nuzzolo (91’Karlen)

Note: arbitro Nicolas Jancevsy, spettatori, ammoniti 54’Soumare, 74’Chtchanok

 

>

News, Ultime notizie ,