News

21 settembre 2016

Chiasso-Xamax 1-2

Nulla fa più male, nel calcio, che perdere una partita che in realtà meritavi di vincere. Soprattutto se hai avuto diverse occasioni, fallite a un nulla dall’essere gol, e poi incassi quello decisivo a pochissimi minuti dal termine. Il Chiasso, opposto alla seconda della classe, ha schierato Susnjar al posto di Mujic assieme a Padula, mentre Monighetti ha giocato a metà campo e Lurati è tornato al centro della difesa. Il Neuchâtel è passato al 15′, alla sua prima vera azione, con Sejmenovic che ha messo alle spalle di Guatelli su un corner. Pochi minuti dopo, sulla spinta dell’entusiasmo, è andato vicino al raddoppio, con un salvataggio sulla linea e un rigore reclamato. Poi il Chiasso ha reagito, cominciando ad attaccare con una costanza che ha portato ad una serie di calci d’angolo in poco tempo. Su uno di essi Lurati ha trovato l’incornata vincente, per il suo primo gol in Challenge League. I Rossoblù si sono caricati, e hanno sfoggiato il miglior gioco della loro stagione: tamburellante, ampio e piacevole, li ha portato ad avere un’occasione con Simic stoppato e con Susnjar, grande parata di Walthert, oltre che a reclamare un rigore. Era peccato andare in pausa! Il Neuchâtel, scampato il pericolo, è tornato in campo più presente ed ha iniziato una fase di predominio territoriale, creando qualche brivido a Guatelli. Ma le occasioni migliori sono state per il Chiasso, al 14′ con una conclusione alta di Susnjar, al 27′ con lo stesso attaccante che non è arrivato su un cross al bacio di Padula, alla mezz’ora con un tiro parato di Simic e poi con una sgroppata di Urtic. Al 38′ sulla testa di Susnjar vi è stata un’altra chance non sfruttata, e lo Xamax, cinicamente, è tornato in vantaggio con Gomes bravo a infilare in rete un pallone davanti alla porta. Una beffa che fa male. Il Chiasso porta a casa una buona prova, una condizione fisica in netto miglioramento, ma anche la consapevolezza che le azioni da rete vanno sfruttate: altrimenti, lo fa l’avversario, come oggi. I Rossoblù sono comunque usciti fra gli appalusi del loro pubblico, mentre i neocastellani si sono purtroppo distinti per antisportività. Chiasso-Xamax 1-2 (1-1) (15’Sejmenovic, 31’Lurati, 84’Gomes) Chiasso: Guatelli, Urtic, Kaufmann, Lurati, Ivic, Simic, Milosavljevic, Palma (88’Gui), Monighetti (76’Felitti), Padula (80’Franzese), Susnjar Xamax: Walthert, Gomes, Witschi,, Sejmenovic, Goncalves, Di Nardo, Ramizi, Corbaz (78’Kilei), Veloso, Nuzzolo (89’Djuric), Senger (73’Karlen) Note: arbitro Nicolas Jancevsky, 450 spettatori, ammoniti 27,Sejmenovic, 56’Urtic, 74’Ramizi,, 80’Witschi, 92’Lurati

>

Ultime notizie

Leave a Reply