News

20 ottobre 2014

Il commento

Profondo rossoblu. Dopo una sconfitta del genere, larga nel punteggio e tremenda nel modo in cui è arrivata, c’è davvero poco da dire. Al Chiasso si chiedeva il terzo risultato utile consecutivo, forte anche del recupero degli infortunati Felitti (in campo dal’inizio), Djuric e Magnetti (in panchina), invece i ragazzi di Zambrotta tornano con quattro reti sul groppone e neppure un gol segnato contro la peggior difesa del campionato. Agli scaramantici non sarà di certo sfuggito come lo Sciaffusa non portasse esattamente fortuna, dato che anche poche settimane fa aveva interrotto un periodo positivo ed aperto la crisi che pareva superata, ma era difficile immaginare una serata come quella della Breite. Se di solito il problema del Chiasso è concretizzare la tante occasione create, questa volta di azioni offensive se ne sono viste ben poche, al contrario di quanto mostrato da uno Sciaffusa battagliero, probabilmente maggiormente in palla dal punto di vista fisico, e in netta ripresa dopo una partenza difficile. L’atteggiamento attendista avrebbe potuto anche portare i suoi frutti, grazie alla velocità degli avanti chiassesi, ma è stata vanificata da un gol incassato nel momento forse peggiore, a pochi minuti dalla pausa. e incassato in modo banale, con una palla persa nei presi della linea laterale. Nella ripresa, se si poteva tentare di abbozzare una reazione decisa, essa è stata stroncata dal 2-0, dopo di che la partita è di fatto finita. I restanti minuti, interminabili, sono serviti solamente per provare a creare qualcosa cambiando via via gli interpreti in campo e ad incassare altri due gol che rendono pesante il punteggio. Ed ora? Anche confidare che la dea bendata desse una mano quanto meno sugli altri campi non è servito, con le vittorie di Le Mont e Bienne,forse inattese. Il Chiasso dovrà ritornare ad esaminare l’atteggiamento tenuto in campo, e lavorare: se volare dopo una vittoria è vietato, lo è anche abbattersi dopo aver perso una sfida, seppure in questo modo.  

>

Ultime notizie

Leave a Reply