News

17 aprile 2018

“Il passato è passato, due vittorie danno morale”. Jean Paul Farrugia guarda avanti

I bomber spesso non hanno bisogno di essere sempre al centro dell’azione, anche se il calcio moderno impone che tutti partecipano alla fase difensiva e a quella offensiva: a loro a volte basta essere nel posto giusto al momento giusto, e con una zampata decidere le sfide. Lo ha fatto Jean Paul Farrugia, col Servette, segnando due gol e sbagliandone altrettanti, sempre piazzato in modo da far male alla difesa.

Sei felice, Jean Paul? “Con questi due gol ho aiutato la squadra, abbiamo mostrato che possiamo giocare a calcio contro tutti, e per noi è positivo. Per quanto mi concerne, io devo fare il mio lavoro, allenarmi ogni giorno, e sono gli allenatori a scegliere se farmi giocare o no. Sono contento della fiducia e di aver segnato, la cosa più importante è stata vincere”.

Nell’ultimo periodo hai giocato poco, ti sei dato una motivazione?Il passato è passato e dobbiamo pensare al futuro, al domani, e continuare a fare così”.

Due vittorie di fila, che importanza hanno per voi? “Penso che quando vinci l’atmosfera è buona, la fiducia sale, possiamo pensare con serenità alla prossima partita, dobbiamo continuare così. La posizione in classifica non ci rispecchia, avremmo potuto combattere per posizione più in alto”. 

>

Interviste, News, Ultime notizie ,