News

21 marzo 2018

Lavoro diviso in due gruppi

Quando non ci sono partite imminenti, forse la tensione è un po’ diversa. Non c’è quell’adrenalina che ti fa capire che il tempo stringe, e che i dettagli da perfezionare per presentarti al meglio sono ancora tanti, però ci si può concentrare in un altro modo. Ogni esercizio può essere eseguito con maggiore calma, anche più volte, sino ad arrivare al livello desiderato, correggendo quel che non funziona, dunque è possibile lavorare più a lungo termine.

La pausa dedicata alle Nazionali (dove sono presenti parecchi Rossoblù) permette al Chiasso, così come alle altre squadre, di sfruttare con profitto gli allenamenti per preparare schemi e soluzioni verso la seconda parte di girone di ritorno.

Questa mattina, quando i ragazzi di Abascal sono scesi in campo, c’era un’arietta frizzante, assieme ad un cielo azzurro che di primaverile aveva solo il colore viste le temperature.

Il mister, per potersi concentrare al meglio, ha diviso la squadra in due gruppi, che hanno lavorato, prima di scambiarsi, su aspetti diversi. Lavorare in meno persone per volta infatti permette di essere chiamati in causa in modo più intenso e, grazie alla collaborazione fra i membri dello staff tecnico, di poter seguire ciascuno più da vicino.

News, Ultime notizie