News

17 ottobre 2014

L’avversario

Quando si erano incontrate per la prima volta al Riva IV, il Chiasso veniva da un periodo positivo e lo Sciaffusa da uno a dir poco negativo. Sono passate solo poche settimane, ma poi i rossoblu hanno vissuto un momento di crisi, riprendendosi con una vittoria e un pareggio nelle ultime due gare, mentre la compagine dell’ex Facchinetti ha ripreso un po’di ritmo e li ha superati in classifica, mettendo in carniere due vittorie fuori casa. Col Bienne è stato Tadic a pochi minuti dal termine a regalare a Jacobacci, confermato nonostante l’inizio difficile, i tre punti, col Losanna il risultato è stato ribaltato da Mariani e dal solito Tadic. Solito perché è lui, con 8 reti all’attivo, a portare sulle spalle gran parte del peso dell’attacco giallonero, con quasi la metà delle 18 reti siglate. Gli altri ad essere andati a segno sono a tre riprese Mariani, Seferagic due volte, poi il giovanissimo Demhasay, Almerares, Facchinetti, Gül e Miani. Insomma, col senno di poi gli acquisti si stanno rivelando azzeccati per una squadra che in estate ha perso tanti dei pezzi pregiati, fatto forse sottovalutato da chi si aspettava molto dagli sciaffusani. Che, nonostante la parziale inversione di rotta, hanno comunque la peggior difesa del torneo con 22 gol incassati. Domenica l’anemico attacco rossoblu, peggiore con 6 reti assieme al Le Mont, avrà un’occasione importante. Davanti al proprio pubblico, poi, lo Sciaffusa è ancora fermo a quota zero vittorie ed ha segnato solo tre volte, mentre il Chiasso ha conquistato due dei suo tre successi lontano dal Riva IV. Dopo la pausa, sarà importante vedere chi avrà recuperato, soprattutto fra le fila della difesa di Zambrotta, e valutare come la settimana dedicata alle nazionali sia servita a affinare la preparazione fisica. Pochi giorni dopo il 109esimo compleanno, un risultato positivo sarebbe il miglior regalo per il Chiasso. L’andata è un brutto ricordo per una compagine che sotto di due reti aveva trovato con Hassel la forza di riaprire, nonostante una prestazione non ottimale, la sfida col primo gol su azione del campionato, e si era spinta in avanti: la seconda ammonizione per simulazione con conseguente espulsione di Regazzoni invece della concessione del rigore aveva scatenato non poche polemiche. Gli ex saranno il tecnico Jacobacci e Mirko Facchinetti. Sciaffusa perché il peggio appare dietro le spalle ma la vetta è ancora lontana, Chiasso per il terzo risultato utile consecutivo. Appuntamento sabato alle 17.45 alla Breite!

>

Ultime notizie

Leave a Reply