News

24 ottobre 2014

L’avversario

Per dimenticare una partita terribile, la cosa migliore è andare in campo. Lasciando fuori le paure, che sono la peggior compagnia, e concentrandosi solo a vincere quella sfida. Il bello del calcio è che dà sempre un’altra occasione, sia che tu abbia vinto sia che tu abbia perso malamente come successo al Chiasso a Sciaffusa. È già tempo di un’altra, insidiosa, trasferta, sul campo del Wil. Un’avversaria che con una vittoria si può sopravanzare in classifica, mettendo così un’altra squadra tra sé e il baratro, meno lontano dopo le vittorie di Le Mont e Bienne. Un avversario che potrebbe fare del campo sintetico un punto di forza, con i rimbalzi che gli altri non conoscono così bene ma che sinora non ha fruttato tanti punti: 7 ne ha infatti conquistati il Wil fra le mura amiche, lo stesso numero di quelli raggranellati in trasferta. Se settimana scorsa Sciaffusa contro Chiasso proponeva peggior difesa contro peggior attacco, ora la retroguardia più perforata è proprio quella dei ragazzi di Kuruzovic, per cui ecco riproporsi il medesimo schema. Dunque, un’altra occasione per incrementare il bottino di reti. Facendo però attenzione, perché se il Wil incassa molto, segna anche tanto: è suo infatti il terzo miglior attacco. Non c’è un vero capocannoniere, ma diversi giocatori che vanno a segno con una certa regolarità: quattro volte Fazli, tre Taipi e Lombardi, due Tabakovic e Stillhart, una Cerrone, Vasquez, Koller, Brown e Audino. È il macedone Samir Fazli dunque la sorpresa di questa prima parte. Il giocatore classe 1991 aveva militato nel paese natale nel Makedonjia dove ha mostrato, giovanissimo, buoni numeri, ma poi si è trasferito in Olanda senza mai raccogliere grandi soddisfazioni né in termini di presenze né di reti. Gli acquisti estivi, ad eccezione del portiere Brecher che è titolare pur incassando come si è detto molto, non si sono rilevati azzeccati, dato che Bledeja, Bukovsky e Schäppi hanno totalizzato tutti assieme la miseria di 6 presenze! Il tecnico austriaco è subentrato un paio di settimane orsono a Thoma, esonerato dopo due sconfitte filate in casa. Per il momento, ha ottenuto solo un altro pesante ko ad opera del Bienne. Insomma, una squadra in crisi, la cui ultima vittoria risale proprio alla sfida a Chiasso di un mese fa, con reti di Fazli e Lombardi. L’unico ex della sfida sarà Mattia Croci-Torti. Wil per mostrare se la cura Kuruzovic sta dando o meno i suoi frutti, Chiasso per rialzarsi al più presto dall’incubo di Sciaffusa. Appuntamento domenica alle 15 all’IGP Arena!

>

Ultime notizie

Leave a Reply