News

11 aprile 2015

FINALE: #WinterthurChiasso 0-0

Si volevano una reazione e punti. Sono arrivati, in fondo, entrambi. Al Chiasso, impegnato sul difficile campo di un Winterthur che davanti al pubblico amico ha sempre fatto sfracelli, si chiedeva di ritrovare quella grinta perduta durante le ultime due, pesantissime, sconfitte. Il debutto di Schaellibaum in panchina non è corrisposto a grandi modifiche tattiche, se non un centrocampo schierato a tre con Parfait, Maccoppi e capitan Reclari e due mezze punte a sostegno di Junior Viçosa. La differenza si è vista nell’atteggiamento, lo scossone tanto atteso è arrivato. I Rossoblu hanno tenuto testa ai padroni di casa, e se c’era una compagine che avrebbe meritato di portare a casa la posta piena, questa sarebbe stata sicuramente il Chiasso. Nel computo delle occasioni, infatti, il Winterthur ha creato davvero troppo poco, e non è mai riuscito a mettere in condizione i suoi cecchini Bengondo e Paiva di essere pericolosi. Il rientrante Guatelli è stato chiamato in causa solo in un paio di circostanze e con interventi di routine, salvo qualche brivido per un pallone rimasto a ballonzolare vicino alla porta. Per contro, il Chiasso, che da sempre fatica a concretizzare, ha colpito una traversa con Rouiller, che da metà campo ha visto il portiere fuori dai pali e ha cercato il gol della domenica, mancato per poco. La squadra di Schaellibaum reclama anche per un (netto) rigore non fischiato dall’arbitro ai danni di Hassel nel corso del primo tempo, e ha chiuso la partita in avanti con un tentativo del neo entrato Drissa Diarra parato in extremis sulla linea. Insomma, se fossero arrivati i tre punti proprio nessuno avrebbe potuto gridare allo scandalo, anzi. Rompere il ghiaccio e scacciare il più in fretta possibile i fantasmi delle ultime due tremende settimane era imperativo, e tornare con un punto dalla Schützenwiese, tenendo presente anche il contemporaneo crollo del Le Mont in casa con lo Sciaffusa, è da salutare positivamente. Soprattutto, con un girone ancora da giocare e tre punti di vantaggio da difendere, non si può prescindere dalla grinta. Tutto il resto, con la squadra e il mister che man mano si conosceranno meglio, verrà. Se è vero che chi ben comincia è a metà dell’opera, il nuovo corso Rossoblu promette bene. Formazioni e tabellino: FC Winterthur: Minder, Hajrov, Nushi, Bengondo, Paiva, D’Angelo, Schuler, Iapichino, Foschini, Akanji, Cicek. A disposizione: Moser, Iten, Tighazoui, Fassancht, Koefler. FC Chiasso: Guatelli, Madero, Rouiller, Luechinger, Quaresima, Reclari, Maccoppi, Hassell, Parfait, Magnetti, Viçosa. A disposizione: Martinazzo, Monighetti, Franin, Mihajlovic, Diarra, Pacar, Gentile. 43′ Giallo per Parfait. 68′ Pacar prende il posto di Hassell. 75′ Dentro Diarra, esce Sandro Reclari. 87′ Mihajlovic per Viçosa.

>

Ultime notizie

Leave a Reply