News

17 maggio 2018

Quel 6-1 che fa ancora male. Il Vaduz lotta ancora per il secondo posto, il Chiasso vuol riscattarsi

Siamo arrivati all’ultima trasferta del campionato. Sarà con un po’ di malinconia che domani i giocatori e lo staff tecnico Rossoblù saliranno sul bus, consapevoli che un’avventura sta giungendo al termine e che presto ci si dovrà salutare, con qualcuno per rivedersi fra poche settimane, con qualcuno invece per prendere strade diverse, senza dimenticare le emozioni vissute assieme.

Il campionato manda il Chiasso in Liechtestein, per affrontare il Vaduz quarta forza del torneo, in lotta ancora per il secondo posto dietro l’inarrivabile Xamax.

Il Vaduz non perde da un mese, e nell’ultimo periodo ha infilato una serie di due vittorie e quattro pareggi, di cui due consecutivi.

Il miglior marcatore della squadra è l’ucraino Marko Devic, a quota 12, un goleador costante per tutto il torneo. Si ferma a 9 un big come Mathys, segnano parecchio anche Mountwiler e Coulibaly, con 6 gol. Probabilmente viene rimpianto Turkes, che tanto bene ha fatto a Rapperswil dove si è trasferito a gennaio.

Avrebbe potuto aggiungere qualcosa in più a un attacco che, contando le compagini con cui lotta per il secondo posto, segna più del Servette e meno dello Sciaffusa: come subisce più dei ginevrini ma meno dei Gialloneri. Curioso il fatto che fuori casa la differenza reti sia 0, ovvero che reti fatte e subite siano esattamente lo stesso numero (23, col terzo miglior attacco e la terza miglior difesa, il Vaduz sarebbe… terzo).

I confronti diretti sono stati tutti e tre a favore della squadra del Liechtestein, i primi due con due 1-0 (in rete a Vaduz Jüllich, al Riva IV Mathy), poi è arrivato il 6-1 di Pasquetta, l’ultima partita di mister Abascal sulla panchina del Chiasso. Per la cronaca, segnarono Coulibaly, Schirinzi, poi nella ripresa Konrad, Gajic, Mathys e Kamber, col momentaneo 3-1 su autorete di Göppel. Una giornata da dimenticare, che fa venir ancora più voglia di far bene per riscattarsi.

Appuntamento domani alle 20.00 al Rheinpark!

>

News, Ultime notizie ,