News

20 maggio 2018

Si chiude il torneo contro una squadra che non ha mai vinto fuori casa e subisce 2,5 reti a partita!

Un altro capitolo si chiude, un’altra stagione va in archivio, coi suoi alti e coi suoi bassi. Sebbene ormai nessuno abbia più nulla da chiedere, in un certo senso è sempre un dispiacere salutarsi, e nelle partita di fine torneo ci si dimenticano le ruggini e le polemiche per un applauso collettivo: è quello che ha chiesto ieri mister Baldo Raineri per i suoi ragazzi, comunque salvi.

Se questo è stato un torneo a dir poco atipico, lo si deve in grandissima parte agli avversari di domani. Il Wohlen affronta la sua ultima gara in Challenge League: oltre ad essere fanalino di coda, soprattutto non si è scritto al prossimo campionato. Sarà un pomeriggio da nodo alla gola per i fans argoviesi, che non sanno quando torneranno sui palcoscenici che conta, la fine di uno strazio per i calciatori, che non vincono da settembre! Sembra incredibile, ma è così. Ora vengono da quattro sconfitte consecutive.

L’unico che può dire di aver disputato comunque una stagione di alto livello è bomber Igor Tadic, che ha segnato 12 reti ed è nettamente capocannoniere. Dopo di lui, Seferi è fermo a tre reti, diversi compagni a due o una. Troppo poco per provare, quanto meno sul campo, a non retrocedere, troppo abissale il distacco dalle altre.

I punti totalizzati sono solo 18, 14 in meno di chi precede il Wohlen! Si parla di un punto circa ogni due partite. Le vittorie sono state solamente due, entrambi in settembre e davanti al pubblico amico. Incredibile anche il numero di sconfitte, 23, ovvero il 65% delle partite disputate. L’attacco non è il peggiore del torneo, Wil e Chiasso hanno segnato meno, a fare la differenza è la difesa, perforata ben 90 volte, due e mezzo a partita, 29 in più della seconda peggior retroguardia, quella dell’Aarau. Anche considerando separatamente gare in casa e fuori, la difesa rimane sempre la più battuta, con distacchi importanti, un po’ minori lontano da casa.

Nelle precedenti sfide, Bicvic al 94′ strappò il pari dopo il pari di Farrugia, mentre al Riva IV fu goleada con due reti di Josipovic, una di Farrugia e una di  Urbano. Infine, l’ultimo incontro segnò il ritorno in panchina di Raineri, e anche lì si veniva da una sconfitta pesante col Vaduz. In una partita rocambolesca, passò il Wohlen con Hajrovic dopo pochi minuti, pareggiò Hamadi, poi in una manciata di secondi prima della pausa segnarono Seferi e Monighetti. Nella ripresa, al vantaggio di Soumaré rispose subito Tadic, servì un’altra rete del capitano per portare a casa una vittoria preziosa.

Appuntamento domani alle 16.00 al Riva IV!

News, Ultime notizie ,