News

24 febbraio 2018

Il sorriso di un gruppo che non vede l’ora di giocare

Il gruppo è unito, nelle pausa degli allenamenti ride, scherza e gioca, come nella foto allegata. I ragazzi remano tutti nella stessa direzione, e questo è un ottimo segnale in vista della sfida con la capolista. Il sorriso sta a testimoniare come si è capito dove si è sbagliato, come ha spiegato anche il mister, che ci si è confrontati, quando serve anche a muso duro, ma che il collettivo ne è uscito più forte, conscio di quello che non deve fare, e di come uscire dal momento negativo.

Il cielo era coperto anche questa mattina, e il freddo costringe tutti ad allenarsi con sciarpa, cuffia e guanti. Non basta a togliere però il buonumore, e nemmeno il pensiero che lunedì, quando arriverà lo Xamax, probabilmente le temperature saranno glaciali e che sarà una difficoltà in più in una partita già di per sé impegnativa.

I ragazzi hanno provato a lungo delle azioni, sia offensive che difensive, su cui si sono esercitati durante la pausa, e che purtroppo nell’ultimo periodo, causa l’uomo in meno praticamente costante, non hanno potuto mettere in campo. Schemi, verticalizzazioni, passaggi, tutto diligentemente studiato, ripetuto, e ripassato sul campo, per saper colpire il Neuchâtel.

La fiducia sale, la voglia di giocare è alta.

>

News, Ultime notizie