News

18 aprile 2015

Verso #ChiassoServette…

Il calendario ha disegnato per Schällibaum un debutto complicato davanti al pubblico amico e per il Chiasso una prima partita di quarto girone difficile. Al Riva IV arriva, infatti, la capolista Servette, reduce dalla vittoria nello scontro al vertice col Wohlen di lunedì sera, che ha dato slancio ad una compagine che, nonostante i conclamati problemi finanziari, ha tutte le intenzioni di agguantare la Super League. Nel 2015, è imbattuta, con 6 vittorie e 3 pareggi, con 14 reti segnate e 6 subite. Fra i nuovi arrivi, il 23enne Benjamin Besnard si è rivelato un acquisto più che azzeccato, con 5 gol in 8 presenze, diventando in breve tempo il terzo miglior cannoniere, dopo Vonlanthen, a segno 9 volte, e Roux, che ha timbrato 7 reti. Ha sempre giocato anche il portiere Frick, mentre l’altro estremo difensore, Guedes, non è mai sceso in campo, così come Yagan. 6 presenze per Kamber, invece il ticinese Bruno Martignoni si è subito preso il posto da titolare in difesa, scendendo in campo tutte le volte. Insomma, una campagna acquisti positiva da parte dei ginevrini, andati in gol con 12 calciatori diversi e dunque con molte frecce nel proprio arco. Pur essendo primi, i granata non hanno però il miglior attacco: le rivali Lugano e Wohlen ed anche Winterthur e Sciaffusa segnano di più. Non è del Servette neppure la difesa meno perforata, dato che ha incassato 4 reti in più rispetto ai bianconeri. Dalla parte degli uomini di Cooper c’è, però, il maggior numero di vittorie, assieme al Wohlen. Insomma, la volata per la promozione è, per numeri e valori, tirata, e alla capolista servirà un quarto girone sugli scudi per tagliare il traguardo davanti alle avversarie. È una compagine che ha un ottimo ritmo in casa, dove ha totalizzato 31 punti, peggio solo del Lugano, perdendo in una sola circostanza, mentre lontano dallo Stade de Genève le sconfitte sono 4, con ben 8 punti in meno rispetto alle performance casalinghe. Nelle prime tre sfide contro un Chiasso che giunge dal bel pari di Winterthur che ha segnato il debutto di Marco Schäallibaum in panchina, ha sempre vinto il Servette. Nella prima partita, di agosto, ha deciso Doumbia nel finale, a Ginevra è finita 3-1, con i Rossoblu capaci di uscire a testa alta nonostante le due espulsioni di Monighetti e Regazzoni. Nell’ultimo incrocio, sempre allo stade de Genève, l’eroe è stato Besnard. L’unico ex in campo sarà Mirko Quaresima. Chiasso perché il Le Mont è sempre lì e aumentare, o almeno mantenere, le distanze è d’obbligo, Servette per continuare a guardare tutti dall’alto in basso. Appuntamento domenica alle 15.00 al Riva IV!

>

Ultime notizie

Leave a Reply