News

24 aprile 2015

Verso #ChiassoWil…

Il paradosso del Chiasso: gioca bene, ottiene un pari che ad una rapida lettura del tabellino potrebbe apparire strappato con le unghie e con i denti e che invece in realtà sta anche stretto, e perde due punti. Il Le Mont, inseguitrice che non molla, vince e guadagna due lunghezze, la battaglia si fa sempre più dura. E allora si continua. Prossimo avversario, il Wil. Una compagine con poco da chiedere ormai a questo campionato, reduce dalla debacle contro l’altra ticinese, il Lugano, che dopo un’ora vinceva 4-0. Due vittorie, cinque pareggi e quattro sconfitte in questo 2015 per la squadra di Francesco Gabriele, subentrato in panchina a inizio novembre, ed una settimana posizione che, anche se nel calcio non si sa mai, dovrebbe metterla al riparo da brutte sorprese. Sono stati numerosi gli arrivi a gennaio, alcuni azzeccati ed altri no. Non ha mai giocato il portiere Baumann, così come il centrocampista tedesco Eba Eba, ed è sceso in campo solo due volte il difensore Simon Dünki, pedina che si era allenata col Chiasso prima di optare per Wil. 10 gettoni invece per Gonçalves e per Ferid Matri, 7 per Sacirovic. Tre giovani in rampa di lancio, anche se le sicurezze della formazione sono sempre le stesse, a partire da Taipi e Muslin. E se Audino, come sempre, gioca molto, ma in questa stagione ha segnato una sola volta, i gol li mettono lo stesso Taipi e Stillhart, a quota 5, e soprattutto il macedone Fazli, capocannoniere del team con 7 gol, 3 solo nel 2015, che hanno regalato le vittorie contro Le Mont e Sciaffusa. Un dato che può certamente rallegrare l’attacco Rossoblu che, ormai si sa, fatica a trovare la via della rete, è quello che vede il Wil come seconda peggior difesa del torneo dopo il fanalino di coda, con 45 gol incassati (3 in più del Chiasso), anche se è da tenere conto che è soprattutto in casa dove la squadra di Gabriele subisce spesso e volentieri: fuori, infatti, ha curiosamente la miglior difesa. L’attacco, invece, è il sesto, in linea con la posizione di classifica. Curioso come sia l’unica formazione con identico andamento in casa e in trasferta, stesso numero di punti, stesso numero di vittorie e di pari, anche se davanti al pubblico amico ci sono state due partite e due sconfitte in più. Segna, invece, e subisce anche di più, nel suo stadio. In entrambe le graduatorie, la classifica varia di poco, un settimo posto in casa e un quinto fuori. Nelle precedenti tre sfide col Chiasso giocate in questa stagione, una vittoria per parte e un pari. A fine settembre al Riva IV vinse il Wil, 0-2, un mesetto più tardi i Rossoblu si presero la rivincita all’IPG Arena, con la doppietta di Pacar e la rete di Mihajlovic, in una sfida caratterizzata da due ribaltamenti del risultato e dai due gol in un minuto dei ragazzi allora di Zambrotta. A marzo, invece, le due compagini si lasciarono a reti bianche. Non vi saranno ex in campo. Chiasso perché il Le Mont fa sentire il fiato sul collo e mollare è proibito, Wil perché nessuno entra in campo se non ha il desiderio di fare bella figura. Appuntamento sabato alle 17.45 al Riva IV!

>

Ultime notizie

Leave a Reply