News

21 marzo 2015

Verso #WohlenChiasso…

Si dice che tornare in campo subito, talvolta, sia la cosa migliore. Il Chiasso ha ancora in mente la delusione del derby, non ha scordato l’eccitazione di aver recuperato il risultato e la mazzata di incassare la seconda rete quando sembrava, addirittura, di poter provare a vincere. Oltretutto, ha subito il sorpasso in classifica del Bienne, che ha sconfitto proprio il prossimo avversario dei Rossoblu. E allora, meglio concentrarsi sulla prossima partita, la trasferta di Wohlen, contro una compagine che, dopo un girone d’andata da sogno, sta vivendo un momento di difficoltà, con due sconfitte consecutive contro Sciaffusa e Bienne. Corsi e ricorsi storici, l’unica volta in questo campionato in cui la squadra di Sforza aveva perso due sfide di fila, poi ha affrontato il Chiasso, ritrovando la vittoria. Il dato anomalo è che gli argoviesi hanno in calendario addirittura quattro partite consecutive in casa, e sarebbero state un’occasione d’oro per incamerare punti preziosi nella lotta per la promozione. Due sono già andate sprecate, ma dopotutto non ci si dovrebbe sorprendere più di tanto, visto che il Wohlen ha un ruolino da schiacciasassi in trasferta, con 10 vittorie, un pari e una sconfitta, secondo miglior attacco e miglior difesa, che significherebbe primato indiscutibile, mentre davanti al proprio pubblico zoppica: solo 4 i successi, altrettante le sconfitte. Nel computo totale, Sforza vanta comunque il secondo miglior attacco, la seconda miglior difesa, il secondo numero maggiore di vittorie e dunque nonostante il momento non positivo ha le carte in regola per lottare sino all’ultimo con Servette e Lugano. Conscia di ciò, la società ha rinforzato la squadra, cedendo calciatori poco utilizzati come Exoudis, Milkaj e Xhema e inserendo nell’organico due elementi di sicura esperienza. Il centrocampista Claudio Holenstein, con i suoi 25 anni da compiere, ha alle spalle ben sei stagioni in Challenge League ed è reduce da sei mesi al Lucerna nella massima categoria, mentre il 32enne Alain Schulz gioca da più di dieci anni fa Challenge e Super League, mettendo spesso a segno un bel numero di reti. Ne ha già segnata una anche con la maglia del Wohlen nelle sue 5 presenze (nel 4-0 rifilato al Le Mont), 4 le partite giocate da Holenstein. I capocannonieri della squadra al momento sono due ex locarnesi, Roman Buess e Simone Rapp, con 7 gol, subito dietro c’è Brahimi con 6 centri. All’andata, i Rossoblu portarono a casa un ottimo 0-0 dalla Niedermatten, contro un avversario capace di conquistare 16 punti nelle precedenti 6 sfide. Al Riva IV decise invece una rete di Bühler. Non vi saranno ex. Wohlen perché il celebre detto “non c’è due senza tre” non diventi realtà, Chiasso per riscattare il derby e perché la classifica si sta accorciando. Appuntamento sabato alle 17.45 alla Niedermatten di Wohlen!

>

Ultime notizie

Leave a Reply