News

3 ottobre 2018

Zoran Josipovic: “Abbiamo dimostrato di saper giocare a calcio”

Dopo la bellissima vittoria contro il Winterthur, abbiamo scambiato due parole con il nostro attaccante Zoran Josipovic, autore del gol vittoria in terra Zurighese. Di seguito le dichiarazioni del numero 9.

Zoran, siete tornati da Winterthur con 3 importantissimi punti. Quanto morale da una vittoria del genere?
“Sicuramente la vittoria di Winterthur è stata molto importante per via del fatto che ci ha portato punti fondamentali, anche perché la classifica si era mossa ed era importante per noi tornare a casa con qualche punto. È vero che noi non ci dobbiamo tanto concentrare su questo, ma sicuramente è più bello vivere con un po’ di distacco dall’ultima in classifica. Tutto questo arriva poi però in secondo piano perché dobbiamo guardare in casa nostra e pensare a migliorarci, continuando a fare il nostro. Nonostante siamo giovani abbiamo dimostrato di essere capaci a giocare, mostrando anche di avere tante qualità. Tutto questo dobbiamo poi riuscire a portarlo in campo nel weekend, quindi sicuramente questi tre punti ci danno fiducia morale. Adesso bisogna comunque cancellare la partita di Winterthur perché c’è già subito la prossima ed è altrettanto importante. Per noi è fondamentale poter giocare la partita come sappiamo fare.”

Avete terminato il primo girone d’andata con 10 punti totali. Siete soddisfatti o vi aspettavate di più?
“Dieci punti vanno “bene”, però secondo me ce ne mancano due o tre, nel senso che c’è stata qualche partita dove probabilmente ci è stato tolto qualche punto che avremmo meritato. Sono sicuro che come primo girone, con la squadra giovane che abbiamo, vada più che bene, ma dobbiamo continuare a lavorare duramente come abbiamo fatto sino ad ora. Ora abbiamo accumulato esperienza e conosciamo gli avversari, ed è con queste partite che arrivano l’approccio giusto, la fiducia e la consapevolezza.”

Tre gol in 9 gare per te, calcolando in più le ottime prestazioni in quelle partire dove ti sei sacrificato molto in fase difensiva. Sei soddisfatto del tuo andamento?
“Dico “ni” perché pretendo tanto da me, sono sicuro che posso dare ancora di più e appunto lavoro tutti i giorni per arrivare alla partita pronto. Spero di riuscire ad alzare ancora un pochettino l’asticella ma questo va insieme alla squadra. Nel senso, si va avanti insieme e l’asticella la si alza insieme, quindi non sono solo io che gioco, ma ci sono i miei compagni dietro di me che mi creano le opportunità per poter fare gol e viceversa quindi sono soddisfatto. A livello offensivo penso che tutti quanti dobbiamo voler un po’ di più da noi stessi perché abbiamo le qualità per farlo, e quindi posso dire di essere soddisfatto a metà.”

Come affronterete il prossimo girone da 9 partite?
“Sicuramente con una consapevolezza diversa. Abbiamo visto che ce la possiamo giocare con tutti perché alla fine sono state praticamente tutte partite alla pari tranne con il Losanna dove comunque non eravamo ancora pronti come lo siamo in questo momento. Penso che con questa consapevolezza e con questo spirito di sacrificio che abbiamo dimostrato in parecchie partite possiamo toglierci delle grandi soddisfazioni. L’importante è che non dobbiamo aver paura di metterci in discussione, non dobbiamo aver paura di giocare perché durante la settimana le cose le proviamo, le sappiamo fare, ci riescono anche bene, quindi dobbiamo avere solo un po’ più di fiducia in noi stessi. Per il resto sono sicuro che la mentalità e l’atteggiamento non mancano mai. Sono convinto che in queste prossime partire ci toglieremo delle belle soddisfazioni!”

Interviste, News, Ultime notizie