skip to Main Content

Le ultime novità dall’infermeria in vista del match di sabato Chiasso-Sciaffusa

Settimana di lavoro al Riva IV per il FC Chiasso sta preparando la partita casalinga di sabato pomeriggio contro lo Sciaffusa, uno scontro diretto che il gruppo rossoblù di mister Alessandro Lupi affronterà con un rinnovato ottimismo dopo la confortante prestazione offerta sabato scorso contro il Grasshoppers sul complicato terreno di gioco del Letzigrund.

Anche dall’infermeria arrivano notizie che lasciano trasparire fiducia nello staff del Club. A partire dalle condizioni di Valentino Pugliese, che sabato a Zurigo aveva riportato una frattura alla caviglia sinistra che lo aveva costretto a lasciare il campo: i controlli effettuati ad inizio settimana hanno escluso la presenza di fratture, pertanto il giocatore dovrebbe essere disponibile fin da subito per la partita di sabato. Una possibilità sempre più concreta anche per Fabio Dixon, che ha ripreso a lavorare con il gruppo, e potrebbe essere tra i 18 convocati per il match contro lo Sciaffusa. Philippe Senderos invece per ora continua con il lavoro differenziato, per entrare nella migliore condizione fisica.

Passando ai lungodegenti, sono buone le sensazioni per Rodrigo Pollero: la riabilitazione è andata a buon fine, così il giocatore è ritornato finalmente sul campo, dove sta iniziando un lavoro per riprendere sicurezza con la palla. Si profila sempre più convinzione sul fatto che l’attaccante uruguayano possa anticipare il suo rientro, inizialmente previsto per novembre.Si è operato settimana scorsa il portiere Alessio Bellante: l’intervento è andato bene, e il giocatore ha già iniziato il lavoro riabilitativo: le cure saranno lunghe, ma Alessio sta bene, è in forma e viene costantemente monitorato. Avrà un controllo domani Svajunas Cyzas: si attendono novità per capire se potrà finire il suo periodo di riposo, per riprendere a lavorare a parte con la squadra. Procede con la riabilitazione anche Sebastian Malinowski, ma ci vorranno ancora alcune settimane per poterlo rivedere al Riva IV.

Back To Top